Tagli alle pensioni “d’oro” di ex burocrati della Regione siciliana. Cancelleri: “Un atto di giustizia sociale”

2336

Tagli alle pensioni “d’oro” degli ex dipendenti della Regione siciliana, un primo passo verso il taglio ai vitalizi? Esulta il Movimento 5 Stelle

Il Consiglio di presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana ha recepito la legge nazionale che prevede il taglio delle pensioni superiori a 100 mila euro lordi l’anno degli ex dipendenti dell’Assemblea regionale siciliana, a decorrere dal primo gennaio 2019 e per la durata di 5 anni. Positiva la reazione del Movimento 5 Stelle, invece c’è chi sottolinea che il voto in presidenza è stato unanime, cioé il Presidente dell’ARS, Gianfranco Micciché. Sulla questione abbiamo sentito il portavoce del Movimento 5 Stelle siciliano, nonché vice Presidente dell’Ars, Giancarlo Cancelleri, che appunto ha espresso la soddisfazione del Movimento, che ha sottolineato che per per gli altri partiti “è stato un obbligo”, ma ascoltiamo tutti i dettagli dalla voce di Cancelleri:

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteVertice in Prefettura sulla stabilizzazione. Uil e Cisl: “Criticità non di poco conto, tuttavia incontro apprezzabile”
Articolo successivoLa bandiera arcobaleno sul balcone del Municipio
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.