Norfo (UDC) sui precari: “Una legge regionale ha riconosciuto il requisito utile all’assunzione diretta a tempo indeterminato”

1601

Mondo del precariato tra stabilizzazioni e concorsi, c’è chi dice che quest’ultimi non sono necessari, perché le leggi di riferimento lo dicono. Tutto questo ed altro è affrontato nell’interrogazione della Consigliera comunale UDC Enza Norfo. A voi l’interrogazione:

Visto l’art. 3 della L.R. 27\2016, come modificato ed integrato dall’art. 26 della L.R. 8\2018, e la analoga disciplina contenuta nell’art. 20 del D.Lgs 75\2017 secondo la quale nell’ambito della programmazione del fabbisogno di personale relativa al triennio 2018-2020 gli enti locali della Regione Siciliana procedono alla attuazione delle misure straordinarie finalizzate al superamento del precariato, con le finalità ben evidenziate nella circolare dell’Assessorato Regionale alle autonomie locali n.5\2018 e già sostenute nel parere della Adunanza Consultiva del Consiglio di Stato n. 916 del 21 aprile 2017 al fine di evitare le conseguenze del contenzioso in materia di violazione della normativa eurounitaria sui limiti della reiterazione dei contratti di lavoro a termine da parte delle pubbliche amministrazioni;

Viste anche le successive Leggi Regionali in materia di stabilizzazioni dei lavoratori a tempo determinato operanti negli Enti Locali

INTERROGO

il signor Sindaco per sapere:

1) Se è intendimento di questa amministrazione applicare la nuova legge regionale 1/2019 che ha riconosciuto ai lavoratori contrattisti dei comuni siciliani il requisito per l’applicazione del comma 1 dell’art. 20 della legge Madia e che da il via libera alla stabilizzazione di tutti i contrattisti senza procedure concorsuali.

Se si, perché non si provvede immediatamente all’approvazione della delibera di giunta per la stabilizzazione dei precari, senza procedure concorsuali.

Se no, si chiede il motivo.

2) Anche se le procedure concorsuali di stabilizzazione sono già in corso nel comune di Alcamo può l’amministrazione comunale pentastellata non tenere conto di una nuova legge in vigore (la n.1/2019 legge regionale) che ha riconosciuto il requisito utile all’assunzione diretta a tempo indeterminato?

3) Tutti i precari del comune di Alcamo hanno i requisiti per la trasformazione del contratto da tempo determinato a contratto a tempo indeterminato?

4) E’ intendimento dell’amministrazione pentastellata correre il rischio di precludere un diritto ai lavoratori che possiedono il requisito per la trasformazione del contratto?

5)La Legge Regionale n. 1/2019, il cui art. 22 n. 3, rubricato” modifiche all’art.3 della legge 29\12\2016 n. 27 in materia di stabilizzazione del personale precario” recita: “ Il reclutamento con le procedure di cui alle leggi regionali 21 dicembre 95 n.85, alla legge regionale 14 aprile 2006 n. 16, alla legge regionale 29 dicembre n.21/2003, e alla legge regionale 31 dicembre n.27/2007 è requisito utile ai fini dell’applicazione dell’art.20, comma 1, lettera B) del decreto legislativo 25 maggio 75/2017”.

I lavoratori a tempo determinato del comune di Alcamo rientrano tutti nei requisiti ai fini dell’applicazione del comma 1 art.20 legge 75\2017 ?

6) Quali sono i vincoli normativi di bilancio, finanziario, organizzativo che di fatto rallentano il processo di stabilizzazione nel comune di Alcamo considerando che la scadenza ultima per le stabilizzazioni è il 2020?

7) Quanti lavoratori a tempo determinato sono stati stabilizzati alla data odierna dal comune di Alcamo?

8) Non si possono stabilizzare tutti i precari ma soltanto quelli di cui esiste un effettivo e comprovato bisogno.

Il vostro piano triennale del fabbisogno verifica l’effettivo bisogno del personale nel comune di Alcamo?

9) E’ possibile la stabilizzazione di tutta la platea dei contrattisti per il numero di ore contrattuali che i dipendenti a T.D. attualmente svolgono?

10) E’ realizzabile l’idea di stabilizzare: con aumento orario in primis quei contrattisti di cui l’amministrazione comunale attualmente ha maggiormente bisogno, e contestualmente il resto della platea con le ore che attualmente svolgono in modo da dare la possibilità a tutti i lavoratori a tempo determinato di avere il contratto a tempo indeterminato?

11) E’ intendimento di questa amministrazione prendere in seria considerazione queste soluzioni?

12) Considerato che la legge regionale da copertura finanziaria fino al 2038 (art.26 comma 8 L.R. 8/2018), l’amministrazione pentastellata è a conoscenza di quanti siano i lavoratori a tempo determinato che andranno in pensione naturale entro la data del 2038?

13) Si chiede quanti saranno i contrattisti che a scadenza quinquennale andranno in pensione naturale entro la data del 2038.

14) Quanti sono i precari che alla data odierna hanno chiesto la fuoriuscita (ai sensi dell’art.3 comma 19 L.R. 29/12/2016 n. 27)?

15) Quanti lavoratori a tempo indeterminato andranno in pensione nei prossimi 5 anni (pensionamento naturale e quota 100)?

16) Se esiste un atto ricognitorio per tutte le categorie dei lavoratori a tempo determinato e come è stato elaborato. Se esiste, se ne chiede copia.

17) L’atto ricognitorio ha tenuto conto delle professionalità acquisite e dei titoli posseduti dai lavoratori a T. D. presso il comune di Alcamo?

18) E’ mai stato effettuato dall’amministrazione pentastellata un atto di reclutamento per verificare quali siano i titoli di studio, attestati, lauree, specializzazioni che i lavoratori contrattualizzati hanno conseguito negli anni successivi alla contrattualizzazione?

19) Se l’amministrazione ha predisposto una carta dei servizi al fine di avere una visione quanto più esauriente possibile dei servizi attualmente in essere nel comune di Alcamo in riferimento alla fruibilità dell’utenza e alla reale rispondenza numerica professionale del personale preposto a tali servizi. Se esiste la carta dei servizi se ne chiede copia.

20) Il PTF così come è stato approvato in giunta il 03/04/2019 mette in rilievo le reali esigenze della pubblica amministrazione comunale?

21) Il PTF tiene conto di tutte le figure in ambito scolastico, sociale, culturale, amministrativo, tecnico, di supporto che di fatto attualmente portano avanti il lavoro negli uffici comunali senza le quali non potrà essere garantita la continuità dei servizi?

22) Considerato che l’attuale amministrazione ha ritenuto utile redigere e pubblicare un atto di interpello per il personale a tempo determinato categorie B, come mai non si è provveduto a presentarne uno anche per i lavoratori di categoria C?

23) Quale è il valore giuridico che può avere un atto di interpello diramato dall’amministrazione comunale di Alcamo che non tiene conto dell’anzianità prevista nelle stesse mansioni oggetto di stabilizzazioni?

24) A quanto ammontano i costi sostenuti dall’attuale amministrazione per la costituzione delle commissioni esterne di valutazione per i concorsi indetti e in corso per le categorie C e categorie D?

Questi costi rispondono ai principi di economicità?

25) A quale normativa di legge fate riferimento quando bandite concorsi esterni a tempo indeterminato senza di fatto avere stabilizzato nessun precario?

26) Qual’è la spesa sostenuta nel bilancio comunale suddiviso per le leggi regionali di riferimento e suddiviso per le categorie giuridiche con le quali i lavoratori a tempo determinato sono stati contrattualizzati?

27) La legge Madia, le leggi regionali e successive disposizioni vanno verso il superamento del lavoro precario. Nell’ipotesi assurda dovreste portare a termine il vostro illogico progetto (lasciando fuori dalla stabilizzazione diversi lavoratori a tempo determinato) quali soluzioni alternative avete previsto e quali soluzioni sono previste dalla legge considerato che l’art.23 della legge regionale 26 febbraio 2019 n.1 ha subito modifiche?

28) Esiste un piano di accompagnamento per i contrattisti dopo 30 anni che hanno prestato la loro attività lavorativa presso il comune di Alcamo, che si sono visti rinnovare il contratto annualmente e reiterare il loro contratto a tempo determinato in tutti questi anni?

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGli scout in redazione alqamah. “I Pensieri dei giovani e degli anziani sullo scoutismo”.
Articolo successivoCatturato l’evaso