“Non cadere nella Trappola”, aggregazione giovanile, no droghe e un uso consapevole del web

434

Ieri il Prefetto di Trapani, dott. Tommaso Ricciardi ha aperto i lavori del Terzo “Tavolo di concertazione” del progetto “Non cadere nella Trappola”.

Il progetto mira a incentivare l’aggregazione giovanile e ad informare sui rischi connessi alle dipendenze dalle sostanze psicotrope e a promuovere un uso sano e consapevole del Web.

Durante l’incontro sono stati presentati gli elaborati realizzati dagli studenti dei 12 Istituti scolastici, coinvolti nel progetto, dei Comuni di Marsala, Campobello di Mazara e dell’Unione dei Comuni Elimo-Ericini (Erice, Valderice, Custonaci, Buseto Palizzolo, Paceco e San Vito lo Capo).

Gli obiettivi iniziali sono stati raggiunti con ottimi risultati, particolarmente efficace è stata la formazione di alcuni studenti come “peer supporter”, in grado di trasmettere nuove conoscenze ai loro “pari”.

Nel prossimo mese di settembre si terrà un incontro conclusivo per divulgare i risultati raggiunti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRaccolta rifiuti. Nuova diffida per la ditta che ha vinto l’appalto. Surdi: “Il servizio di raccolta non può e non deve subire interruzioni”
Articolo successivoTrapani, Sindaci a confronto sul “Dopo di noi”