“Tutti inclusi”, a Castellammare lo sport che unisce genitori e figli

885

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Si è svolta lo scorso 22 giugno la manifestazione sportiva “Heracle Challenge”organizzata dalla “Heracle” in collaborazione con l’ente “Libertas” con il patrocinio del Comune di Castellammare del Golfo.  Un pomeriggio dedicato ai genitori e ai piccoli, attraverso la promozione di una disciplina sportiva nuova, l’orientiring, attività ludico-motoria basata sull’orientamento per le vie di Castellammare. Una manifestazione rivolta alla promozione dell’attività motoria come abitudine salutare.  Le discipline coinvolte sono state tante: ginnastica rivolta ai grandi e ai più piccoli; ginnastica per la salute e il fitness; cultura fisica, attività con sovrappesi e l’orientiring.

Quest’ultima disciplina è stata organizzata tra le vie della città. Consiste in un’attività unisce la corsa/ o il walking alla ricerca delle lanterne nascoste raffigurate su una mappa in cui mancano i nomi delle vie. “Le famiglie si sono sfidate in squadre e si sono divertite, grandi e piccoli uniti all’insegna dello sport” – spiegano gli organizzatori. I vincitori sono stati: la Famiglia Pipitone, 40 minuti, e la Famiglia Caleca, 47 minuti.

Tutte le 20 famiglie partecipanti hanno terminato il percorso conquistando un attestato di merito. Un premio speciale è stato dato alla famiglia dell’alunno Gabriele Viola per l’ottimo impegno sportivo  manifestato durante la stagione sportiva

“È stato emozionante perché siamo riusciti a far partecipare i ragazzi che hanno concluso un percorso di studi iniziato a scuola oltre a vedere i genitori impegnati con i loro piccoli in questa gara ludica davvero molto partecipata” – sottolineano gli organizzatori.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMarsala, scoperta piantagione di Marijuana: quattro arresti
Articolo successivoMostra fotografica “Non luoghi”, idea di spazio, tempo e immaginario della società postmoderna