Operazione di contrasto del fenomeno di furti di rame e ricettazione dei metalli

834

Con l’Operazione Oro Rosso la Polizia Ferroviaria ha setacciato le ditte di gestione/smaltimento dei rifiuti, intensificando anche i servizi di pattugliamento della linea ferroviaria, al fine di contrastare il fenomeno dei furti di rame e ricettazione dei metalli. I controlli mirati hanno consentito di recuperare 44 kg di fili in rame e 186 kg di batterie.

In particolare, a Trapani è stato sequestrato un garage ove, padre e figlio, P.S di 47 anni e G.S. ventunenne, esercitavano, abusivamente, un’attivita di gestione di rifiuti speciali e pericolosi. L’esercizio, con tanto di insegna, all’atto dell’accesso degli investigatori è risultato essere un magazzino di stoccaggio di rifiuti metallici di varia natura (grondaie, tubi di rame, batterie di automobili e moto ecc) con annesso un piccolo locale adibito ad ufficio. Di tutta la merce presente, i titolari non hanno potuto produrre idonea documentazione attestante la provenienza e pertanto i titolari sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per i reati di ricettazione e gestione di rifiuti non autorizzata. La totale assenza di tracciabilità ha fatto scattare il sequestro per l’intera attività, ivi compreso circa 44 KG di rame, in parte anche sguainato e bruciato, altri 190 Kg di batterie di auto e moto, ed un camion carico di scarti metallici e non che veniva utilizzato per il trasporto dell’illegale mercanzia. Quest’ultimo era anche privo di assicurazione obbligatoria e revisione periodica. Per l’area trapanese, dall’inizio dell’anno, è il terzo sequestro di questo tipo che fa lievitare il quantitativo di rame ed altri metalli sequestrati, di dubbia o illecita provenienza, a circa 1700 Kg. L’attività di contrasto di questa tipologia di reato, da parte della Polfer, è volta ad arginare un fenomeno che incide sulla cittadinanza in modo significativo, sia come impatto ambientale che come disservizi e livello di sicurezza non ottimale nell’ambito del trasporto ferroviario.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteWeek end senz’auto alla cala marina, ordinanza per il mese di giugno in attesa delle nuove ZTL
Articolo successivoCrisi vitivinicola in Sicilia Occidentale: Interrogazione parlamentare e risposta (VIDEO)