Approvato emendamento su tassa di soggiorno. Associazione Albergatori: “Interrompere la partecipazione al tavolo tecnico con l’Amministrazione comunale

820

Il “no” dell’Associazione Albergatori di Castellammare del Golfo e Scopello all’emendamento presentato e approvato che obbliga alla “dichiarazione periodica ed il relativo versamento ogni mese invece che ogni trimestre”.

CASTELLAMMARE. Un emendamento che non è andato giù all’Associazione Albergatori, quello “all’art. 6 del Regolamento Comunale sulla Tassa di Soggiorno, presentato “a sorpresa” dal consigliere di maggioranza Giovanni Portuesi e approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 29 maggio 2019, di concerto con l’Amministrazione Comunale”, da questo “l’obbligo per gli Albergatori a presentare la dichiarazione periodica ed il relativo versamento ogni mese invece che ogni trimestre, contesta sia nel merito che nel metodo il suddetto atto”.

“Detto emendamento – continua una nota stampa dell’Associazione –  è stato deciso unilateralmente dall’Amministrazione Comunale senza la preventiva condivisione con l’Associazione Albergatori, nonostante da mesi si sia lavorato insieme per arrivare alla stesura del nuovo regolamento, mettendo questi ultimi davanti al fatto compiuto.”

“Il metodo usato – sempre l’Associazione – è segno della scarsa propensione al dialogo e al confronto vero e della mancanza di considerazione del servizio svolto dagli Albergatori nel riscuotere la Tassa di Soggiorno, peraltro in maniera  del tutto gratuita.  Con questa modifica  si viene a penalizzare ulteriormente la categoria”.

Il comunicato conclude con una decisione “forte”, cioé “l’Associazione degli Albergatori di Castellammare e Scopello, comunica la decisione di interrompere la partecipazione al tavolo tecnico con l’Amministrazione comunale”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteStrada di collegamento tra il porto e la SS 187, il Consiglio approva l’Atto di indirizzo di Mistretta
Articolo successivoElezioni Ex Province, un altro rinvio. Vince il “Patto della Madonnina”