Premio alla Calcestruzzi Ericina Libera

912

“Esempio virtuoso di buona pratica”

di Giulia Giacalone

Calcestruzzi Ericina Libera, esempio virtuoso di buona pratica. Ad attestarlo un premio ricevuto oggi durante l’Ecoforum Regionale sui rifiuti e sull’economia regionale svoltosi a Palermo organizzato da Legambiente Sicilia.

 Nell’area dello stabilimento della Calcestruzzi Ericina Libera, confiscata all’allora boss trapanese Vincenzo Virga, grazie alla sinergia tra Stato e società civile,  è stato realizzato, accanto alle strutture completamente rinnovate, per la produzione di calcestruzzo, un impianto di riciclaggio di inerti tecnologicamente all’avanguardia. Ciò consente di recuperare materiali altrimenti destinati a finire in discarica, o peggio ancora abbandonati nell’ambiente, e di trasformarli in una risorsa. La Calcestruzzi Ericina Libera, dal 2008, produce e vende aggregati riciclati attraverso l’utilizzo dell’impianto di riciclaggio denominato R.O.S.E. (Recupero Omogeneizzato Scarti Edilizia). Si tratta di una tecnologia capace di garantire il miglior livello qualitativo dell’aggregato riciclato prodotto a partire dai rifiuti speciali non pericolosi provenienti da costruzioni e demolizioni, macerie edilizie in genere, ma anche scarti industriali, rifiuti di cava e similari. Il prodotto che risulta dalla lavorazione viene poi utilizzato per riempimenti di sottofondi stradali, realizzazione di nuovo calcestruzzo e ripristini ambientali. “Pensavamo di essere solo relatori ed invece con nostra sorpresa è arrivato questo riconoscimento inaspettato. Grazie a Legambiente Sicilia e grazie a quel NOI che tutti insieme rappresentiamo”, ha affermato Gisella Mammo Zagarella amministratore delegato dell’impresa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Ritornare ad essere insieme ed UNITI” per Castelvetrano
Articolo successivoBasket contro calcio