Roma, intitolazione caserma al vice brigadiere Pietro Lungaro

620
ROMA. Su invito del Direttore centrale di sanità del Dipartimento della pubblica sicurezza di Stato Fabrizio Ciprani, il Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, domani sarà presente a Roma per l’intitolazione del complesso di Sant’Eusebio, sede della Direzione Centrale di Sanità della Polizia, a Pietro Ermelindo Lungaro, vice brigadiere di pubblica sicurezza medaglia d’argento al valore militare, nato ad Erice (TP) il 1-6-1910.
Il 7 febbraio 1944 venne arrestato dalla Gestapo per la sua appartenenza alla resistenza romana, portato nella prigione di Via Tasso sopportò torture indicibili senza venire meno ai suoi doveri patriottici.
Il 24 marzo 1944 alle cave ardeatine di Roma, con altri 334 martiri innocenti, immolò la sua giovane esistenza per il trionfo della libertà e della giustizia.
“La testimonianza di questo concittadino – afferma il Sindaco Giacomo Tranchida – alla cui memoria rinnoviamo omaggio, valga sempre come luce che illumina il nostro orizzonte di cittadini”.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTh Alcamo superata di poco dal Putignano
Articolo successivoEdoardo Siravo e il paradiso delle vergini, tra poesia e riflessione