Punto nascita ad Alcamo. Sucameli: “l’assenza ha prodotto la perdita di una vera e propria “identità alcamese”

2141

Punto nascita ad Alcamo, interrogazione del Consigliere Comunale Giacomo Sucameli

Si ritorna a parlare di punto nascita ad Alcamo, una “ferita” per la comunità alcamese, infatti da un bel po’, dal 2011, si deve andare fuori città per partorire. Questo uno degli argomenti presenti nell’interrogazione del Consigliere Comunale Giacomo Sucameli, che sempre nella stessa ricorda che Alcamo potenzialmente soddisferebbe “le esigenze dei territori come Calatafimi e Castellammare del Golfo” e in rifermento alla “ferita” per la comunità alcamese, Sucameli sottolinea che “l’assenza di un punto nascite ha nel tempo prodotto la perdita di una vera e propria “identità alcamese” che comporta una capacità affettiva diversa di compenetrazione nella tradizione, nella cultura e nell’eredità dei propri avi”.

Quindi il Consigliere Comunale chiede se “la presenza di una deputazione Nazionale ed Europea alcamese, di un Ministro della Salute siciliano, di un Deputato Regionale alcamese, di una compagine locale a cinque stelle” non può “farsi interprete della necessità di restituire al proprio territorio un punto nascite per superare i problemi logistici connessi agli spostamenti che gravano su molte famiglie del territorio e restituire nel contempo, quel senso di alcamesità, che suggella l’orgoglio e l’attaccamento al proprio territorio”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBacino di carenaggio, “ormeggiato in sicurezza”
Articolo successivo“Friday For Future”
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.