Omicidio – Sucidio

2874

Castelvetrano: il marito strangola la moglie e poi si uccide

Risolto il giallo a Castelvetrano dopo la scoperta stamane dei corpi senza vita di un uomo e una donna, marito e moglie, trovati nella loro casa. La coppia, Rosalia Lagumina, casalinga, di 48 anni e Luigi “Gino” Damiani, idraulico di 60 anni, sono stati trovati morti dai vigili del fuoco chiamati dai carabinieri che avevano ricevuto una segnalazione dai familiari che non vedendoli hanno ipotizzato che poteva essere accaduto qualcosa. I due, genitori di due figli maggiorenni, si stavano separando. Dopo gli accertamenti del medico legale i carabinieri coordinati dalla Procura di Marsala, hanno appurato che la donna è stata strangolata dal marito che poi si è tolto la vita accoltellandosi.  I due cadaveri si trovavano in una stanza al primo piano dell’abitazione, su un lettino in cui il corpo dell’uomo era riverso su quello della moglie. La Procura ha comunque disposto l’autopsia.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBoss Calì ucciso a New York. La mafia italo-americana e lo spettro del “ritorno al passato”
Articolo successivoContro l’inquinamento, il ruolo fondamentale delle amministrazioni locali