Il lido non era abusivo

1012

Marausa: dopo il sequestro nel 2016 adesso la pronuncia del giudice

Nell’agosto del 2016 la Guardia Costiera su ordine di Procura e Gip, appose i sigilli ad un noto e frequentato lido balneare collocato sulla spiaggia trapanese della frazione di Marausa, perchè sarebbe stato realizzato abusivamente. Il reato contestato fu quello di abusiva occupazione di suolo demaniale marittimo. Adesso il giudice monocratico Giarrusso ha assoltoil titolare del Lido, il “Tre Torri” di Marausa, accogliendo la tesi della difesa, quell’assenza di concessione demaniale era frutto “di una inefficienza della pubblica amministrazione. Tutto legato al passaggio di compentenze, cominciato nel 2012 dal Demanio marittimo a quello dell’Assessorato Regionale al Territorio ed ambiente, e per anni la cosa ha rallentato l’iter amministrativo delle pratiche di rilascio ed anche di rinnovo delle concessioni demaniali marittime, e l’uso di aree demaniali è stato permesso con delle proroghe ma in molti casi le pratiche sono andate perse, esponendo l’utenza privata alle responsabilità penali, come nel caso del lido di Marausa. In definitiva è risultato che l’assessorato regionale non ha mai revocato la licenza di concessione rilasciata al titolare del lido nel lontano 2001 né ha mai ordinato lo sgombero dell’area bensì ha incamerato negli anni ingenti canoni senza però esitare le pratiche. Il titolare è stato assolto con la formula del fatto che non costituisce reato

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrasportava 24 panetti di hashish con un auto a noleggio, arrestato dalla Polizia di Stato
Articolo successivoCastellammare da domani al via il carnevale