Il “Treno della Memoria”

1439
La partecipazione degli studenti del “Mattarella-Dolci” di Castellammare del Golfo
di  Giulia Giacalone
Anche gli studenti del Mattarella Dolci parteciperanno al progetto treno della memoria. Sono, infatti,  partiti ieri una delegazione di  studenti dell’indirizzo Servizio per l’agricoltura e la valorizzazione rurale (quarta L), biotecnologie ambientali e sanitarie (quarta N-O e quinta O) dell’istituto Mattarella Dolci di Castellammare del Golfo, accompagnati dai docenti Francesco Di Trapani e Giovanna Cruciata.  Il treno della memoria porterà gli studenti a visitare le città di Budapest, Cracovia sino ad Auschwitz, città europee che sono state teatro della persecuzione antisemita.  Non è una semplice gita scolastica, bensì un circuito di cittadinanza attiva in cui i giovani partecipanti negli anni diventano prima animatori e poi alle volte organizzatori in una catena di trasmissione dell’impegno. Trattasi di un progetto di educazione informale e “alla pari” che sviluppa una strategia educativa volta ad attivare un processo naturale di trasmissione orizzontale di conoscenze, esperienze ed emozioni svolto in un’ottica di cooperazione, rispetto e solidarietà. Il progetto ha l’obiettivo di difendere la memoria dei fatti di allora e la lezione tratta affinché la memoria non resti solo un monile da spolverare in occasione del 25 aprile o del 27 gennaio, che la memoria non si insegna, si pratica, si esercita.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteASU e contrattisti precari tra confusione di norme e programmazione necessaria (VIDEO-INTERVISTA)
Articolo successivoCastellammare, domani non saranno raccolti i rifiuti organici: “discarica satura”