FlixBus arriva anche a Trapani e Alcamo

4081

La compagnia di bus completata l’integrazione di tutte le province siciliane nella rete di autobus intercity più estesa del mondo

ALCAMO. Operativi da domenica 3 marzo i primi collegamenti tra Trapani e Alcamo e Villa San Giovanni, Firenze, Parma, Milano e Torino. FlixBus completata l’integrazione di tutte le province siciliane nella rete FlixBus. Wi-Fi, prese elettriche e toilette a bordo. Già acquistabili sul sito www.flixbus.it, via app e nelle agenzie viaggi del territorio.

Sulla scia del successo riscosso in Sicilia in questi primi mesi, FlixBus, leader europeo della mobilità in autobus, istituisce due nuove fermate a Trapani e Alcamo, completando così l’integrazione di tutte le province siciliane nel proprio network. Da domenica 3 marzo, chi deve spostarsi in Italia per motivi di lavoro, studio o semplicemente svago dalle due città, potrà raggiungere cinque destinazioni italiane con un solo biglietto, usufruendo di un servizio innovativo, economico e sostenibile che dall’arrivo nell’Isola a dicembre, ha conquistato un numero crescente di giovani (e non solo) Siciliani.

Da Trapani e Alcamo verso la Calabria e alcune delle principali città universitarie: Chi parte da Trapani e Alcamo potrà raggiungere innanzitutto Villa San Giovanni, nodo strategico in Calabria della rete FlixBus da cui partire alla volta di circa 50 città in tutta Italia. Quindi, sono raggiungibili quattro fra le principali città universitarie d’Italia, Firenze, Parma, Milano e Torino, che oltre ad essere mete ideali per una settimana di vacanza alla scoperta del patrimonio nazionale, si preannunciano mete gettonate soprattutto fra i fuori sede siciliani.

Tutte le corse sono prenotabili online, via app e nelle 400 agenzie viaggi sul territorio. A Trapani gli autobus partono da Piazzale Papa Giovanni Paolo II, ad Alcamo da Piazza della Repubblica. A bordo, WiFi, prese elettriche, sedili reclinabili e toilette.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCresce la crisi nel settore dell’edilizia: “Sempre meno imprese e lavoratori”
Articolo successivoSolidarietà agli ASU da parte della giunta alcamese, ma perplessità sul metodo di “lotta”