Progetto “Treno della Memoria”, gli Alunni dell’ITET “G. Caruso” impegnati in un viaggio particolare

1202

Quest’anno, per la prima volta, un gruppo di alunni dell’I.T.E.T “G.Caruso di Alcamo, parteciperà al progetto “Treno della memoria”.

In sintesi i ragazzi saranno protagonisti di un viaggio, accompagnati dai volontari che lavorano nell’associazione da quindici anni, nelle città europee che sono state teatro della persecuzione antisemita. Una tappa in particolare si segnalerà, cioé quella ad Auschwitz, dove forte sarà la sensazione di un orrore di una delle più grandi tragedie dell’umanità.

La scuola ed gli alunni non hanno scelto il solito viaggio di istruzione, infatti dall’incontro con i volontari “ci hanno convinti”, nonostante le fatiche e le difficoltà prospettate, come “sistemazione in alberghi molto “spartani”, clima rigido. Ma ci hanno anche detto che potremo superare il freddo del corpo e dell’anima che proveremo sostenendoci a vicenda, raccontandoci idee ed emozioni, stringendoci in un abbraccio solidale”.

Un’ esperienza che di sicuro segnerà nell’animo coloro che andranno e che lascerà dentro qualcosa che li renderà diversi, perché “Attraverseremo uno dei momenti più bui della storia e cercheremo di diventare testimoni capaci di impegnarsi, nel loro presente, contro ogni forma di discriminazione e di razzismo”.

Lo slogan che quest’anno l’associazione ha scelto è :“Uno spirito forte, un cuore tenero”.

Il viaggio particolare avrà inizio il 28 febbraio e di sicuro darà a chi lo farà un momento per ricordare, ma anche per portare un messaggio positivo, cioé che tutto questo orrore non si ripeta più.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteEnnesimo intervento a contrasto di reati ambientali
Articolo successivoIl secco no della UILPA Polizia Penitenziaria alla chiusura del carcere di Favignana
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.