Abbattere selvaggina nelle aree protette. All’Assemblea Regionale Siciliana il “No” della deputata 5 Stelle Valentina Palmeri

964

Norma che autorizzerebbe i cacciatori ad abbattere selvaggina in aree protette. Il no dell’Onorevole 5 Stelle Valentina Palmeri

Un intervento all’Assemblea regionale siciliana dell’Onorevole Palmeri, dove ha espresso la sua contrarietà alla legge n.157 del 1992, dove si detta le figure autorizzate ad abbattere la fauna selvatica all’interno dei Parchi Naturali.

Palmeri ha affermato, in un estratto del suo intervento: “servono soluzioni alternative al problema, non è autorizzando i cacciatori che si risolve il veloce aumento delle specie, la norma è anticostituzionale e lo evidenziano le sentenze della Corte Costituzionale in Veneto , in Liguria e Abruzzo”.

“I piani di cattura e di abbattimento – continua Palmeri – nelle altre regioni funzionano, in Sicilia si preferisce la caccia. Norma anacronistica e incostituzionale, che aumenterà, da un lato le cucciolate, come risposta biologica di molte specie, dall’altro il rischio di introduzioni illegali di fauna nelle aree protette di tutta la Sicilia

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani, continuano le operazioni a tutela dell’ambiente della Polizia Municipale
Articolo successivoCastellammare del Golfo, inseguimento dei Carabinieri sulla ss 187