“Le Donne per valorizzare l’Europa! Parliamone”

544

Castellammare del Golfo: confronto con gli studenti del “Mattarella – Dolci” con Fidapa e Cif

di Giulia Giacalone

Si è svolto lo scorso 12 febbraio presso il Castello Arabo Notmanno di Castellammare del Golfo la manifestazione “Le Donne per valorizzare l’Europa! Parliamone”, cui hanno partecipato gli alunni delle classi 5^ H, 5^I, 5^P e 5^E e gli alunni delle classi 3^H, 3^I e 4^I dell’istituto “Mattarella-D.Dolci” e le donne della FIDAPA e del CIF, delle sezioni territoriali. I partecipanti all’incontro hanno incontrato il Dott. Alfredo Alagna e la Dott.ssa Marta Ferrantelli di “Europe Direct Trapani” per parlare di Europa.

L’incontro è stato un momento intenso di discussione sulle politiche europee ed ha permesso agli alunni partecipanti di presentare i lavori prodotti durante la partecipazione al progetto ASOC (A Scuola di Open Coesione) svolto in collaborazione con Europe direct Trapani, progetto che ha permesso agli alunni di approfondire le tematiche della democrazia partecipata e della cittadinanza attiva attraverso il monitoraggio civico dei progetti  finanziati con i fondi di coesione  europei.

Tre sono stati i team interessati Active Team, SOS Team e Zingarelli a Rischio, che hanno presentato i progetti monitorati. Rispettivamente:

− Active Team – RIQUALIFICAZIONE E RIPRISTINO ANTICA PAVIMENTAZIONE CENTRO STORICO;

− SOS Team – CASA NOSTRA(6.3.2 – Migliorare la qualita della vita e favorire la riduzione della marginalita sociale attraverso la riqualificazione e riconversione dei beni confiscati);

− Zingarelli a Rischio Team – Progetto per interventi finalizzati al ripristino della viabilità interna, della sicurezza dei visitatori nonché alla ripresa vegetativa a seguito dell’incendio del 05 e 06 Agosto 2012 all’interno della R.N.O. Zingaro;

Durante la presentazione gli alunni hanno potuto mostrare le procedure adottate, gli strumenti utilizzati e i prodotti realizzati durante lo svolgimento delle attività che attraverso il monitoraggio civico, passo dopo passo, hanno fatto crescere in loro coscienza critica e sviluppato la cittadinanza attiva e le competenze civiche.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTranchida e Toscano: “vogliono delegittimarci”
Articolo successivoLa mafia non è sconfitta e il boss Messina Denaro comanda