“La giustizia trionfa sempre”

2054

I commenti all’indomani della sentenza sul caso SP Carburanti di Castellammare del Golfo

di Giulia Giacalone

“La giustizia trionfa”, questo il commento del rag. Giacomo Gervasi in seguito alla sua assoluzione dall’accusa che lo vedeva coinvolto insieme all’ex sindaco di Castellammare del Golfo, Nicola Coppola, e altri funzionari comunali, su un presunto abuso edilizio per la realizzazione di un impianto di carburanti, in via San Paolo della Croce a Castellammare del Golfo.  Il rag. Gervasi, quale Responsabile del SUAP,  era stato accusato di “abuso di Ufficio” per aver rilasciato un’autorizzazione alla Società S.P. Carburanti. La sentenza di assoluzione con formula piena “perchè il fatto non sussiste” dimostra come il dirigente delle Attività Produttive non solo non aveva adottato alcun provvedimento autorizzativo ma aveva tenuto una condotta amministrativa legittima ed ossequiosa della legge. “Mi viene riconosciuta la giusta dignità e professionalità poiché legittimamente ricoprivo il ruolo di dirigente dello Sportello Unico e con determina sindacale, conforme alle norme di legge, ero stato nominato Comandante della Polizia Municipale”, afferma Gervasi. Sul  banco degli imputati erano finiti, oltre al rag. Giacomo Gervasi,  l’ex sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Coppola, la proprietaria del deposito Silvana Paradiso e quattro impiegati comunali. Nel pomeriggio di martedì, grazie alle diverse perizie tecniche portate in Tribunale dagli esperti delle difese, sono stati assolti perché il fatto non costituisce reato l’ex sindaco Niccolò Coppola e perché il fatto non sussiste Giacomo Gervasi, rispettivamente difesi dall’avv. Lentini e dall’avv. Rotigliano; Roberto Alonso, difeso dagli avv. Cacciapalle e Motisi; Marcello Ancona e Salvatore Balistreri, difesi dall’avv. Leone e, infine, Paradiso Silvana difesa dagli avvocati Gucciardo e Galluffo. La ditta ha avuto dissequestrato l’impianto carburanti e, nonostante vige un’ordinanza dirigenziale del SUAP di chiusura, potrà procedere all’avvio dell’attività previa presentazione della modulistica al SUAP ed all’Assessorato Regionale delle attività produttive.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDalla violenza al consenso
Articolo successivoOng, parla la “talpa” dell’indagine trapanese