Lega Salvini Premier – Alcamo: “La Lega è un partito nazionale e sovranista, ad Alcamo non poteva mancare”

6024

La Lega al Sud, quindi anche ad Alcamo “per difendere gli interessi dei cittadini e del nostro territorio”

“A noi prima di tutto e tutti interessa il nostro territorio, la nostra Alcamo, la nostra Sicilia, stiamo lavorando ad un progetto di rinascita dell’Italia”. Queste le parole del portavoce della Lega Salvini Premier circolo di Alcamo, Renato Rocca, a cui abbiamo recapitato alcune domande per dare ai cittadini contezza delle forze politiche del territorio.

Perché un circolo della Lega ad Alcamo?

Perché no? La Lega è un partito nazionale e sovranista, ad Alcamo non poteva mancare. In una realtà cosi importante doveva esserci un progetto ambizioso come quello della Lega che difendesse gli interessi degli alcamesi e del nostro territorio.

In ogni angolo d’italia c’è bisogno di più welfare , più sicurezza, più lavoro, meno tasse, più sovranità, più fatti concreti, c’è bisogno di creare una alternativa concreta a quello che c’è stato fino ad ora, e la Lega incarna tutto questo.

La lega insultava i cittadini del sud. come rispondete a coloro che dicono che avete la memoria corta?

La Lega Nord di Bossi a cui fa riferimento non esiste più. Oggi esiste la Lega Salvini Premier con uno statuto nuovo che parla chiaro. La lega ha cambiato prospettiva, ha avviato una nuova realtà politica andando a colmare il vuoto che si e’ creato nel centro destra e in parte a sinistra, portando avanti un progetto sociale e nazionale che guarda prima agli italiani.

La Lega vuole più sicurezza? Anche noi. La Lega vuole più autonomia? Anche noi.

Il progetto, le idee sono gli stessi, leghisti del sud e leghisti del nord oggi hanno gli stessi obiettivi, ognuno lavora a casa propria ovviamente, e tutto questo converge a livello nazionale in un unico sistema che sta infatti, riscuotendo un largo e notevole consenso sia al nord sia al sud, perché è diretto, semplice ed efficace, e dalle parole ai fatti.

A noi prima di tutto e tutti interessa il nostro territorio, la nostra Alcamo, la nostra Sicilia, stiamo lavorando ad un progetto di rinascita dell’Italia.

In un momento come questo di grande confusione, bisogna mettere ordine e ridare all’Italia più sovranità, più forza su tutti i fronti e non soccombere sotto gli spregevoli affari e interessi di burocrati al soldo di multinazionali e banche d’affari, bisogna rimettere in piedi un paese distrutto e mortificato dal PD.

In questo momento l’unica forza politica che garantisce questo e’ proprio la Lega.

Quando vi confrontate con i cittadini alcamesi, essere della Lega vi ha portato a qualche difficoltà di comunicazione con loro?

In questo momento gli unici ad avere difficoltà a parlare con i cittadini, alcamesi e non, sono quelli del PD! Su Salvini ormai c’è un consenso vasto e trasversale perché dice cose di buon senso.

In momento come questo dove c’è stato il disastro assoluto dei partiti, c’è tanta gente che per rabbia dice di ogni, ma c’è anche gente che sa ascoltare, riflettere e farsi un’idea precisa di come stanno le cose.

Quali sono le proposte principale del vostro partito?

Le proposte della Lega le conosciamo tutti ormai, sono semplici e dirette al cuore dei problemi per risolverli in maniera efficace e veloce.

Tra i punti principali più sicurezza, tema già affrontato dal Decreto Salvini.

Altro punto importante la regolamentazione dell’immigrazione clandestina che fino a qualche mese fa abbiamo subito e che con Salvini ministro dell’interno abbiamo invece preso di petto e ridotto drasticamente.

Punti fondamentali della nostra azione politica sono il Welfare diretto alle persone più bisognose, i poveri, i pensionati minimi, invalidi, disoccupati ma anche ai lavoratori e alle aziende in difficoltà con azioni già in vigore come quota cento, flatax, aumento delle pensioni minime, il reddito di cittadinanza dei “5 Stelle “, più soldi ai piccoli comuni per le infrastrutture locali come scuole, strade, ecc. e in tal senso si lavora anche per le scuole , le strade , gli ospedali di livello regionale e nazionale.

Altro punto che ci sta a cuore, l’educazione, l’insegnamento ai nostri figli, ai nostri giovani dei nostri valori nazionali, religiosi, etici e di tradizioni attraverso misure semplici ed efficaci come il servizio civile, il servizio militare, il volontariato, l’insegnamento a scuola dell’educazione civica e il potenziamento dello sport e dell’arte sempre a scuola.

Infine possiamo ricordare il punto da dove parte tutto, le autonomie e la sovranità del popolo. tutto questo parte da qui, senza questi principi fondamentali nessuna azione politica ben fatta potra’ avere risultati se non si ha sovranità e autonomia.

Quindi una politica dei fatti e non delle chiacchiere, che riporti la Nazione a riprendersi le chiavi di casa, che guarda al benessere del suo popolo e non a quello delle lobby.

Quale tra queste ha la priorità?

Sono tutte prioritarie, vanno insieme di pari passo. Se poi parliamo della Sicilia c’è veramente tanto da fare!

Quale azione amministrativa della Giunta alcamese Surdi reputate positiva e quale negativa?

La nota positiva e che Alcamo ha respirato per un momento una aria nuova di speranza, che oggi però sembra svanita.

L’azione della Giunta Surdi risulta debole e timorosa, poco incisiva di fronte alla mole di problematiche da affrontare. È vero che la situazione facile non è, ma si sapeva e chi si prende la responsabilità di ciò non può avere scuse. Manca progettualità a medio e lungo termine su temi importanti che possano dare una svolta concreta di sviluppo sul territorio, cosa alquanto grave avendo vari parlamentari sparsi tra la Regione, Roma e Bruxelles. Inoltre, bisogna stare più vicini alla gente e saperla ascoltare anche quando arrivano le critiche..

Quindi nel complesso un giudizio più positivo o negativo?

Il giudizio finale lo lasciamo a chi spetta, quindi ai cittadini. Spetta a loro giudicare se hanno lavorato bene, lo vedremo alle prossime urne. Noi possiamo solo far notare alcune cose che possono essere fatte meglio o addirittura non fatte.

Comunque noi siamo qui, a disposizione dei cittadini per portare avanti le loro istanze e richieste dentro il palazzo comunale e non solo. Costruiremo un progetto per il governo della città a cui certamente ambiamo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSucameli (Sicilia Futura) sullo stato del campetto di calcetto di Via P. Galati: “Una vergogna! un sano spreco di denaro pubblico.
Articolo successivoAlcamo Futsal a “fasi” che vince sul Piana Sport
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.