Allegra resta in carcere

951

La Cassazione conferma la misura cautelare

Rosario “Saro” Allegra, 65 anni,  cognato del superlatitante Matteo Messina Denaro, rimane in carcere. La Cassazione ha, infatti, confermato la custodia cautelare. Allegra è stato arrestato, per associazione mafiosa, il 19 aprile 2018 nell’operazione “Anno zero”. Secondo l’accusa, è “affiliato alla famiglia mafiosa di Castelvetrano”, in seno alla quale aveva una funzione “di gestione e di supporto logistico nel settore dei giochi e delle scommesse”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani, atti osceni in luogo pubblico: arrestato
Articolo successivoCastellammare: celebrato San Sebastiano, patrono della polizia locale