Franco D’Angelo chiede chiarimenti al Sindaco sul bando per il servizio di nettezza urbana. Rizzo risponde

1371

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il candidato alla carica di Sindaco di Castellammare durante le scorse elezioni del gruppo “Idea Sicilia” Francesco D’Angelo, con una lettera aperta, ha scritto al Sindaco Nicolò Rizzo per avere chiarimenti in merito ad alcuni aspetti evidenziati nel bando per l’appalto  del Servizio di Nettezza Urbana attualmente all’Urega. In particolare D’Angelo, molto esperto in materia, ha studiato tutto il bando di gara, il capitolato di appalto e il disciplinare. Tra le cose che ha evidenziato la parte relativa ai mezzi utilizzati dalla ditta che si aggiudicherà l’appalto.

“Egr. sig. Sindaco, sono Francesco D’Angelo, del gruppo politico “ldea Sicilia”, che in occasione del suo primo importante lavoro, cioè l’avvio alla procedura di gara per l’appalto del Servizio di Nettezza Urbana, della nostra città, ho dato uno sguardo alle pubblicazioni (390 pagine) del Bando di Gara, del Capitolato d’Appalto e del Disciplinare. Leggendo tra le righe del bando di gara – scrive Francesco D’Angelo – mi è venuto spontaneo porre la mia attenzione al paragrafo “SPECIFICHE TECNICHE” (L’UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI PER LA RACCOLTA E TRASPORTO DEI RIFIUTI).

Nelle specifiche Tecniche e sulla vostra pubblicazione, di venerdì giorno 16 c.m., inerente alla risposta ad un quesito posto da altri, l’ufficio risponde che le imprese partecipanti all’appalto debbono tenere in considerazione quanto appresso: “NELLA COMPILAZIONE DELL’OFFERTA SI DEVE TENER CONTO Dl AUTOMEZZI NUOVI E QUINDI DEL TIPO EURO 6”.

Veda sig. Sindaco io e lei sappiamo che il termine “NUOVO” non significa giuridicamente di prima immatricolazione e pertanto non capisco perché, se noi cittadini paghiamo tutte le attrezzature e gli automezzi che servono per l’appalto attraverso l’ammortamento per sette anni al prezzo di listino (COME RISULTA DAL CONTO ECONOMICO), perché l’impresa che vincerà l’appalto non deve mettere automezzi NUOVI E Dl PRIMA IMMATRICOLAZIONE? L’assenza di dichiarazione, da parte dei partecipanti alla gara, nuovi e di prima immatricolazione è come dire che il sottoscritto va a comprare la macchina nuova in concessionaria, e quest’ultima mi consegna una macchina del 2016. Confido in un suo immediato intervento per dare ai cittadini, per la prima volta, quanto ci meritiamo e stiamo per pagare”.

Proprio in merito abbiamo contattato il Sindaco di Castellammare del Golfo Nicolò Rizzo che ha spiegato: “Ringrazio il concittadino Francesco D’Angelo per aver sottoposto alla nostra attenzione quanto da lui rilevato. Sottolineo – ha dichiarato il Sindaco Rizzo ad Alqamah.it – che il bando per l’affidamento del servizio di raccolta e spazzamento  del territorio comunale  per sette anni è stato pubblicato dall’Urega, l’ufficio regionale per l’espletamento delle gare d’appalto e  la gara si terrà a giorni. Le procedure di gara sono aspetti prettamente gestionali e non competono all’amministrazione bensì agli uffici preposti che si occupano di dare seguito ad eventuali richieste di chiarimenti e osservazioni  durante le procedure di gara. Certamente abbiamo lavorato all’appalto inserendo servizi aggiuntivi prima non previsti. La procedura è in corso e ci auguriamo che l’affidamento del servizio avvenga in tempi strettissimi. Eventuali osservazioni – ha concluso Rizzo – potranno essere considerate e sottolineate all’ufficio regionale competente dopo l’aggiudicazione”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSei mozioni sul Documento Unico di Programmazione, approvate tutte. La minoranza presenta una Mozione Unitaria.
Articolo successivoCrispi, promozione importante