Dopo il sequestro per mafia riapre il supermercato di Belicittà: Soddisfazione della Uiltucs Trapani

860

Domani riunione all’Agenzia per i beni confiscati e sequestrati per la riassunzione degli ultimi 9 lavoratori

TRAPANI. Dovrebbe decidersi domani il futuro degli ultimi 9 dei 29 ex lavoratori del supermercato sequestrato alla mafia all’interno del centro commerciale Belicittà in occasione di una riunione con i rappresentanti dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Lo rende noto il responsabile provinciale della Uiltucs Trapani Mario D’Angelo. “Lunedì scorso – afferma – la “Alioto Spa” ha assunto altri sei dei complessivi venti lavoratori che il prossimo 4 dicembre prenderanno servizio all’Interspar, il nuovo market all’interno della piastra commerciale di Belicittà. Un fatto che desta sicuramente soddisfazione ma solo in maniera parziale poiché ancora restano da ricollocare altri 9 lavoratori. A tal proposito abbiamo registrato la disponibilità a riassumerli da parte della ditta che aveva precedentemente in gestione il supermercato, la “Esse Emme srl”. La trattativa è stata lunga, con un iter complesso. L’auspicio è che la riunione di domani possa concludere la vertenza con il ritorno in servizio di tutti i 29 lavoratori”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRifuiti, Energetikambiente, siglato accordo sugli esuberi: “Adesso la decisione spetta alla SRR e ai sindaci”
Articolo successivoGiornata contro la violenza sulle donne, bandiere a mezz’asta a Favignana