A giudizio per diffamazione

1217

Trapani: l’ex consigliere comunale Francesco Salone imputato per avere dato del farabutto al sindaco Damiano

E’ costato un processo un intervento un po’ troppo sopra le righe fatto dall’ex consigliere comunale Francesco Salone durante la campagna elettorale per le amministrative del 2017. Durante un incontro pubblico, finito riportato interamente sui social network, Salone diede del “farabutto” all’allora sindaco della città di Trapani, Vito Damiano. Salone in quella occasione affrontò il tema del degrado della scuola media “Buscaino Campo”, e ricordò una denuncia presentata da lui e dall’ex sindaco Mimmo Fazio, contro il sindaco per come quell’edificio scolastico si era ridotto. Aggiungendo la parola che lo ha fatto incriminare: “Io e Mimmo Fazio abbiamo denunciato alla Procura della Repubblica questo farabutto”. Adesso il sostituto procuratore Giulia Mucaria ha disposto la citazione diretta in giudizio contro Salone. Prima udienza dinanzi al giudice monocratico Sammartano il prossimo 3 dicembre. L’ex sindaco Damiano è stato indicato nel provvedimento come parte offesa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLiberi dalla plastica
Articolo successivoMessana (Capogruppo UDC): “No al Rendiconto 2017 e ringrazio la maggioranza 5 Stelle per aver ricompattato la minoranza”
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.