Tentano di rubare un’auto a Mazara del Vallo: arrestati dai Carabinieri due uomini

1588
GHOUL RIADH

MAZARA DEL VALLO. I Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo, nel corso del fine settimana appena trascorso, hanno effettuato  un servizio straordinario di controllo del territorio nel centro urbano di Campobello di Mazara, all’esito del quale, hanno arrestato per l’ipotesi di reato di tentato furto aggravato di autovetture, il tunisino Ghoul Riadh, 43enne senza fissa dimora, irregolare sul territorio nazionale, ed il cittadino algerino Farok Sayawi, 39enne, senza fissa dimora, clandestino.

Nello specifico i Carabinieri della Stazione di Campobello di Mazara, la notte di domenica 21 ottobre hanno ricevuti una richiesta di intervento in cui veniva segnalato un  movimento sospetto di due soggetti che, con atteggiamento guardingo, armeggiavano nelle vicinanze di alcune autovetture parcheggiate lungo la via Vittorio Emanuele II.

L’equipaggio in circuito, immediatamente intervenuto sul luogo del reato, ha notato subito un soggetto fermo nei pressi di un’autovettura che, alla loro vista, ha tentato invano di allontanarsi a piedi. Giunti nei pressi del veicolo, i militari, hanno trovato al suo interno un altro soggetto intento a forzare la serratura del blocco di avviamento della vettura con un cacciavite. In pochi minuti entrambi gli uomini sono stati bloccati.

FAROK SAYWAI

Il successivo e più accurato sopralluogo ha consentito di stabilire che i due avevano forzato e manomesso almeno altre tre autovetture, le quali risultavano danneggiate in più parti.

I conseguenti accertamenti sui soggetti extracomunitari, colti sul fatto, hanno stabilito che il cittadino tunisino fosse irregolare sul suolo italiano, in quanto titolare di permesso di soggiorno scaduto e destinatario di decreto di espulsione e contestuale ordine del Questore di lasciare il territorio Nazionale entro sette giorni. Farok è invece risultato clandestino e sprovvisto di qualsiasi documento di riconoscimento, anch’egli, destinatario di un decreto di espulsione e contestuale ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale entro sette giorni.

I due soggetti, al termine delle formalità di rito, sono stati ristretti presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Mazara del Vallo, in attesa dell’udienza di convalida che si celebrerà nella giornata di oggi innanzi al Giudice del Tribunale ordinario di Marsala.

All’esito del servizio coordinato sono stati complessivamente controllati oltre settanta veicoli, identificate novanta persone ed effettuate dieci perquisizioni veicolari e personali.

I servizi di controllo del territorio, verranno incrementati nelle prossime settimane, al fine contrastare in maniera sempre più efficace i reati contro la persona e il patrimonio sulla pubblica via (scippi, borseggi, rapine e furti), già quotidianamente svolto dalle pattuglie dell’Arma dei Carabinieri in servizio giornaliero.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePassione per il Teatro da 43 anni (VIDEO)
Articolo successivo“La Segesta di Cicerone alla luce di documenti e monumenti”: incontro studi mercoledì a Segesta