TH Alcamo in casa affronta Teramo con l’infermeria affollata

1091

Terza giornata nel campionato di serie A2,  con la Th Alcamo che torna al Nuovo Pala Verga per ospitare il Teramo, una delle principali pretendenti ai play off che a fine stagione porteranno due squadre in A1.

Alcamo chiamata ad una grande prestazione per tentare di contrastare la differenza tecnico/Fisica con Teramo, che solo quattro mesi fa era in corsa per restare nel girone Unico della serie A1.
Alcamo-Teramo, ancor prima di giocarsi ha già il suo record, 1046 Km la distanza tra le due città, nessuno nel Girone C, farà così tanta strada in questa stagione.
Sfida sulla carta ingiocabile per Alcamo, che deve fare i conti anche con una infermeria affollata.
Difficile il recupero di Lipari alle prese con una contrattura al bicipite femorale destro, mentre più complessa la situazione per Guinci ancora alle prese con il dolore allo scafoide della mano sinistra, fratturatosi qualche anno fa quando giocava nel Gaeta.
Ai box anche Capitan  Saullo, con un problema alla mano sinistra dopo una botta rimediata settimana scorsa in allenamento,  che ne ha limitato il suo rendimento nella partita di Enna.
In fase di recupero anche il giovanissimo Cicirello anche lui alle prese con un affaticamento muscolare al polpaccio della gamba destra.
Th Alcamo chiamata quindi ad una sorta di missione impossibile, contro una squadra che  rappresenta una delle capitali storiche della pallamano italiana.
Sul match ha le idee molto chiare il tecnico della Th Alcamo Benedetto Randes: “È  una partita che ogni giocatore deve avere il piacere di giocare, avversario forte e di blasone, spero che i miei giocatori mettano in campo tutto quello che possono dare, solo con una prova grintosa e senza timore reverenziale, possiamo avere la possibilità di fare una grande impresa”.
“Giochiamo in casa, massimo rispetto per i nostri avversari, ma nonostante il pronostico sia tutto per la formazione abruzzese dobbiamo fare di tutto per ribaltarlo”, ha concluso Benedetto Randes.
Alcamo fin qui nelle prime due partite a corrente alternata, con Benevento bene nel secondo tempo, a Enna, avanti nel primo tempo giocando una buona pallamano, male nella ripresa a causa anche di una panchina cortissima.
Ora serve una prova di livello sui i 60 minuti, per cercare di muovere una classifica che al momento non sembra preoccupare più di tanto la Th Alcamo.
A tal proposito è intervenuto il Vice Presidente Benedetto Rimi: “il campionato nelle prime due giornate ha già delineato le forze in campo e noi siamo convinti che abbiano 4/5 squadre alla nostra portata, e dopo la lunga sosta per gli impegni della nazionale, avremo incontri tutti alla nostra portata che andranno a delineare la nostra classifica, intanto siamo ancora alla ricerca di un terzino per completare il nostro organico, soprattutto perché rischiamo di perdere per diverso tempo Guinci “, ha concluso il Vice Presidente Rimi .
Si gioca sabato alle 18.30, arbitri Romana e Nania.
Comunicato