La Uil contro l’Asp

853

Braccio di ferro sui diritti dei lavoratori

Una ferma protesta è stata assunta da Giorgio Macaddino, segretario generale della Uil Fp, il sindacato che si occupa dei lavoratori degli enti locali. La pubblichiamo integralmente, come scritta da Macaddino sul proprio profilo Facebook.
Si può pensare ancora oggi, siamo nel terzo millennio, che esistono i santoni e le magiche soluzioni propinate da soggetti non titolati né tantomeno adeguati ? E’ possibile che una azienda come l’azienda Asp di Trapani sia oggetto di evidenti strumentalizzazioni cicliche ed a orologeria che vedono protagonisti portentosi individui che pensano di raggirare i lavoratori dipendenti? Può permettere l’azienda Asp di Trapani lasciar passare inosservati copiosi comunicati stampa e non con tanto di foto che annunciano costruenti ospedali nuovi in provincia, l’acquisto di attrezzature sanitarie per averne sollecitato nel tempo l’avvio dell’iter, trasferimenti di personale ancorché ne avessero diritto sancito da leggi ed accordi sindacali ma sbandierati come azioni di conquiste? Ci manca solo che costoro, o meglio che è grazie a costoro i lavoratori percepiscono ogni fine mese lo stipendio e che senza il loro intervento ciò non accadrebbe. SMETTIAMOLA. Il ritardo accumulato per erogare il saldo della produttività anno 2016 ed acconto 2018 non può essere tollerato e bisogna a parere della scrivente o.s. approntare misure adeguate e soluzioni per evitarne ogni anno la tardiva erogazione trattandosi di emolumenti della retribuzione che ristorano le necessità dei lavoratori .
Diffidiamo l’azienda entro e non oltre 10 giorni a far data della presente ad erogare i buoni pasti ai lavoratori oggetti di sospensione degli stessi buoni in quanto riteniamo inopportuna la decisione dell’azienda di sospenderne l’erogazione. Invitiamo nel frattempo i lavoratori a contattare i nostri uffici per spiccare decreti ingiuntivi per far valere il diritto sopra menzionato. Auspichiamo che già nel cedolino paga di ottobre i lavoratori interessati possano ricevere il saldo 2016 dell’indennità sub intensiva. La Uil Fpl chiede con sollecitudine di prevedere all’interno del P.O. di Marsala l’ufficio rilevazione presenze atteso che il maggior numero di lavoratori pestano la loro opera presso lo stesso presidio ospedaliero, e che gli stessi hanno quasi l’impossibilità di recarsi presso piazza Pizzo per riscontrare le presenze per via del fatto che gli uffici ricevono per soli due giorni a settimana. Tale soluzione snellirebbe anche l’erogazione dei buoni pasto presso il P.O. di Marsala evitando proprio il disagio ai lavoratori stessi. La Uil Fpl denuncia altresì il riacutizzarsi di criticità presso il pronto soccorso per la carenza di medici ridotti nel numero. Segnaliamo inoltre la gravissima condizione su Castelvetrano che potrebbe venirsi se non si pone riparo con immediatezza ad assumere autisti di ambulanza in quanto l’organico è drammaticamente ridotto. Il perdurare di tale circostanza potrebbe determinare interruzione di pubblico servizio essenziale atteso che il personale non viene utilizzato.
Chiediamo altresì di movimentare le graduatorie di mobilità interna utilizzando anche le assunzioni di comparto al fine di assicurare ad ogni singolo dipendente di avvicinarsi al proprio comune. In definita la Uilfpl esorta il manager Dottore Bavetta ad attivare ogni utile strumento in suo possesso al fine di porre rimedio alle criticità descritte e denunciate. Confidiamo così come è già accaduto in passato in una pronta risoluzione dei problemi aspettando determinazioni di alto profilo amministrativo.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAl GranGalà WTKA gli atleti dello Shot 365 Combat Academy
Articolo successivoL’ex deputato regionale con 300 mila euro nella scatola delle scarpe