La Th Alcamo riceve al Nuovo Pala Grimaudo il Benevento

1254

Scatta ufficialmente sabato prossimo il campionato nazionale di serie A2 maschile di Pallamano, con la Th Alcamo pronta a ricevere al Nuovo Pala Grimaudo di Via Verga il Benevento fresco di retrocessione dalla serie A1, dopo la rivoluzione voluta dalla federpallamano che ha riportato il massimo campionato, da tre gironi ad un girone unico.

Riforma che ha toccato anche la serie A2, che da cinque gironi è passato a tre ,  con scomparsa del girone siciliano.
Così  saranno solo tre le siciliane ai nastri di partenza del secondo campionato nazionale, Mascalucia e Enna insieme ad Alcamo , in un campionato sicuramente molto dispendioso dal punto di vista economico con la presenza nel girone C, del Teramo , Putignano e di Ben 4 formazioni campane, oltre al Benevento l’altra formazione Sannita del Valentino Ferrara , anch’essa retrocessa dalla massima serie, Lanzara Salerno e Atellana , formazione della provincia di Caserta.
Alcamo che ha perso Vincenzo Randes, il 19enne Talento alcamese è passato al Cingoli in A1, ma ritrova una vecchia conoscenza della pallamano alcamese, Giuseppe Gottuso,  37enne centrale/ala sx , ex Cus Palermo e una  stagione con la Pallamano Alcamo in A2 nella stagione 2003/04.
Arriva invece da Vigevano Giovanni Deodato, 36 enne portiere con trascorsi in A2 con Crenna (Va) , Ventimiglia e Leno (Bs).
Per Alcamo un elemento di sicuro affidamento che andrà a fare reparto con il rientrante Mistretta,  il confermato Governale e il giovanissimo under 17 Stellino.
Alcamo ha cercato un terzino sul mercato locale, alla fine i due obbiettivi sono stati mancati per ragioni diametralmente opposte, così Benedetto Randes dovrà fare di necessità virtù, contando sulla duttilità di Fagone e Grizzo e sul sempre eterno Scire’,  che utilizzato in maniera oculata potrebbe risultare ancora un fattore a questi livelli.
Lipari, Peretti, Saullo,  Giorlando,  i giovanissimi Cicirello e Orlando completano una rosa che con il recupero totale di Giacalone, e quello più complicato di Guinci,  lontano ancora dalla migliore condizioni fisica, potrebbe diventare veramente completa.
Intanto l’attualità incombe,  Alcamo che ha giocato solo un paio di amichevoli, segnali positivi ma anche alcune lacune per una formazione che ha perso il suo migliore realizzatore dello scorso campionato e che era anche importante nei meccanismi difensivi.
Quindi una Th Alcamo ancora in fase di rodaggio, ma che gioco forza contro un avversario che ha cambiato molto rispetto alla scorsa stagione, dovrà trovare subito il giusto ritmo per tenere testa ad  un avversario che sulla carta dovrebbe recitare un ruolo da protagonista in questo campionato.
“Dopo tre anni ritroviamo sulla nostra strada il Benevento ” dice il tecnico Benedetto Randes per la decima stagione alla guida della Th Alcamo, ” eravamo in A1, e loro come noi hanno cambiato tantissimo, due sconfitte di misura , una di un sola rete in trasferta,  una in casa e un pareggio al nuovo Pala Verga nei Play out, speriamo di ripetere quella prestazione, non sarà facile, ma abbiamo stimoli e carattere per fare bene in questo campionato e vogliamo iniziare con una prova di buon livello”, ha concluso Benedetto Randes,  dato statistico , per la prima volta dopo sette anni non avrà in campo,  nessun Randes, dopo le partenze del figlio Gabriele e del nipote Vincenzo .
Benevento che si presenterà con un nuovo straniero il portoghese Hugo Silva e il nuovo allenatore Argentino Munoz.
Per questo match è atteso il pubblico delle grandi occasioni,  con la Th Alcamo che punta sul grande affetto dei suoi tifosi per disputare una stagione di buon livello.
Fischio d’inizio sabato 6 ottobre alle ore 18.00 agli ordini dei signori Cardaci e Tilaro.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastellammare ricorda le vittime dell’immigrazione. FOTO
Articolo successivoI 60 anni dell’Opera Salesiana Don Bosco ad Alcamo (VIDEO)