Kiwanis e Stefaniamode insieme per il restauro della Fontana di Saturno

1542

TRAPANI. A seguito del restauro della trecentesca Fontana di Saturno, avvenuta nei giorni scorsi grazie all’impegno del Kiwanis Club di Trapani e STEFANIAMODE.COM, il monumento è stato inaugurato alla presenza di numerosi cittadini e autorità civili e religiose.

L’iniziativa, promossa dal Kiwanis Club di Trapani, è stata realizzata grazie al contributo di STEFANIAMODE.COM, sponsor unico del progetto, con un investimento complessivo di ventimila euro. I lavori sono durati circa tre mesi e hanno coinvolto imprese e maestranze del territorio.

Il monumento dedicato all’antico nume protettore di Trapani, che sorge a fianco della chiesa di Sant’Agostino, versava ormai da tempo in condizioni di grave degrado. Fu edificato nel 1342 dalla famiglia Chiaramonte, per celebrare il primo acquedotto che da Erice portò l’acqua entro le mura cittadine.

“Auspichiamo che questo progetto sia da stimolo per altre realtà associative, istituzioni e aziende del nostro territorio, per riappropriarci della bellezza della nostra città” ­– ha dichiarato Giuseppe Alletto, presidente del Kiwanis Club che a Trapani ha promosso in passato i restauri di altri importanti monumenti cittadini, come la Fontana del Tritone – “un volano per rendere consapevoli i trapanesi sulle potenzialità di ciò che li circonda e riprendere quel circolo virtuoso che, da qualche anno, sembra essersi interrotto”.

L’architetto Santo Minafò, progettista e direttore dei lavori, ha illustrato le caratteristiche dell’intervento che hanno riguardato il rivestimento degli intonaci, la cura di marmi e stuccature, la rimozione degli ossidi, riportando in evidenza gli elementi in “pietra misca” e “nerello di Custonaci” e interessando anche la parete superiore al gruppo scultoreo.

“Abbiamo accolto senza esitazioni la proposta del Kiwanis Club di sostenere il progetto” – ha detto Paola Incandela, direttrice retail a Trapani di STEFANIAMODE.COM, che ha sostenuto interamente i costi del restauro – “siamo trapanesi, come gran parte dei nostri collaboratori, e amiamo la nostra terra. Oggi siamo presenti in Italia e nel mondo ma il nostro cuore è ancorato a questa meravigliosa città, dove la nostra azienda è nata cinquant’anni fa e a cui deve tanto.”

Presente anche una rappresentanza di alunni della scuola media “Bassi – Catalano”, ai quali il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida ha voluto affidare il monumento: “Voi non siete il futuro ma il presente, perché il nostro futuro è oggi”, ha dichiarato il primo cittadino a chiusura della cerimonia, assicurando che il Comune procederà al completamento del recupero dell’edificio su cui poggia la Fontana di Saturno. Tranchida ha inoltre auspicato che altre aziende e associazioni del territorio affianchino l’amministrazione nell’attività di riqualificazione della città.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUomo cade dalle scale e muore ad Alcamo
Articolo successivoUn altro prelievo di organi all’ospedale di Castelvetrano: verso una nuova eccellenza sanitaria