Rievocazione storica “Nostra principalissima Patrona”. Bus Navetta per cala marina

4487

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Quattro bus navetta a disposizione di chi vuole raggiungere la cala marina per assistere alla rievocazione storica “Nostra principalissima Patrona” che, dopo sette anni, sarà rappresentata il 13 settembre 2018 alle ore 21,30. Per la messa in scena “dell’intervento prodigioso di Maria Santissima del Soccorso, in favore della città di Castellammare”, in occasione del tricentenario che ricorre quest’anno, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicola Rizzo ha predisposto precise misure e servizi per l’accoglienza dei visitatori. «Nel corso di diversi incontri con le forze dell’ordine sono state stabilite precise misure di sicurezza per garantire l’incolumità e l’ordine pubblico ed in considerazione delle prescrizioni antiterrorismo da adottare per manifestazioni come la nostra.Invitiamo i cittadini alla collaborazione -afferma il sindaco Nicola Rizzo-. Rispettando quanto previsto dalle ordinanze potremo godere di uno spettacolo unico per omaggiare la nostra Patrona».

Tre bus navetta, dalle ore 18,30, partiranno dal piazzale antistante il cimitero comunale, dove si potrà lasciare l’auto in sosta e accompagneranno i visitatori in viale Leonardo Da Vinci fino all’incrocio in zona hotel Punta Nord Est.

Un altro bus navetta messo a disposizione dei commercianti partirà dalla spiaggia Playa: si potrà lasciare l’auto nei parcheggi a pagamento privati aperti dalle ore 18 ed essere accompagnati sempre fino all’incrocio di viale Leonardo Da Vinci. Le navette, dopo la conclusione della manifestazione, faranno il percorso inverso. Divieto di sosta e transito in via Don Leonardo Zangara, cioè la cala marina, dove è vietato anche permanere sui gazebo utilizzati dalle attività di noleggio barche e servizi turistici. Vietata anche l’occupazione dei dehors al servizio di bar e ristoranti ad un numero di persone superiore a quello della capienza consentita. Potranno transitare solo i mezzi di soccorso, le forze dell’ordine ed i mezzi comunali adibiti per il trasporto dei titolari di contrassegno invalidi. Una postazione è stata prevista per i diversamente abili in sedia a rotelle.

Il sindaco Nicola Rizzo ha adottato misure straordinarie per la tutela della pubblica incolumità, la gestione dell’ordine pubblico e il decoro urbano che riguardano ad esempio le limitazioni per il consumo degli alcolici che non potranno essere venduti in bottiglie di vetro e lattine: il consumo delle bevande da asporto è consentito fuori dai locali solo con bicchieri monouso di plastica.

Intanto proseguono i sei giorni di eventi per il tricentenario dell’intervento prodigioso di Maria Santissima del Soccorso in favore di Castellammare, prologo della rappresentazione scenica “Nostra principalissima Patrona” del 13 settembre, alle ore 21,30, alla cala marina.

LA RIEVOCAZIONE STORICA

La manifestazione, nata nel 1998 in occasione del bicentenario dell’incoronazione della Vergine, narra l’avvenimento del 13 luglio 1718, in 7 quadri ed un prologo: un bastimento spagnolo è inseguito da navi Inglesi. Il bombardamento, la simulazione del castello in fiamme, quindi l’apparizione della Madonna con il suo esercito. Il popolo che esulta e prega. L’arrivo del bastimento, la battaglia, l’invocazione, lo sbarco, l’apparizione, la vittoria, la gioia. Un evento religioso, ma anche culturale, di grande intensità.  L’ultima edizione della rappresentazione “Nostra Principalissima Patrona” – rievocazione dell’intervento prodigioso di Maria Santissima del Soccorso in favore di Castellammare, avvenuto il 13 luglio 1718 –  risale al 2011 con l’ottava edizione. Da allora la manifestazione, che ha sempre riscosso grande apprezzamento e fatto registrare migliaia di presenze non è stata più riproposta.  L’evento è realizzato da circa 800 volontari, figuranti dall’associazione “Nostra principalissima Patrona”, che comprende la comunità ecclesiale castellammarese (parrocchie, movimenti, gruppi e associazioni) in collaborazione con i pescatori e con il patrocinio del Comune di Castellammare del Golfo, con l’impeccabile regia di Baldo Sabella, voce recitante dell’evento.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFrodi ad opera di imprese con sedi “fantasma”
Articolo successivoSpazio di consulenza e azione legale dedicato ai lavoratori della scuola