Nicola Rizzo: “Cambiare mentalità”

2551

Depuratore, ambiente, acqua ed altro. Le problematiche e le iniziative messe in atto

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il Sindaco Nicola Rizzo, a due mesi dall’insediamento, ieri sera in una conferenza stampa per ha spiegato l’attività della sua amministrazione a due mesi dall’insediamento.
Un elemento comune nella trattazione dei vari argomenti è stato l’invito rivolto ai cittadini ad agire cambiando mentalità, perché l’azione di ognuno incide sugli altri.

Il primo punto trattato è stato quello del depuratore. Rizzo dopo aver elencato i passaggi che hanno portato all’attuale situazione, di fatti non si è partiti, ha comunicato come l’amministrazione si sta muovendo per risolvere le problematiche, attivando una procedura d’urgenza. Inoltre ha dichiarato di aver sollecitato il Genio Civile, che deve integrare la documentazione da presentare, di aver incontrato l’assessore per attuare interventi urgenti a prescindere dal nuovo impianto (Tra il molo e il vecchio impianto), e infine ha dato notizia che andrà a Roma per incontrare il Commissario dell’impianto. Il fine è realizzare le opere più urgenti per ridurre il tasso di inquinamento e poi partire col progetto esecutivo, avendo avuto risposta dal Genio Civile.

Poi ha parlato di smaltimento dell’amianto. A livello amministrativo è stato fatto un bando di evidenza pubblica e “da domani la ditta che espleterà il servizio inizierà a rimuovere l’amianto”. Rizzo ha fatto un appello ai cittadini che si liberano dell’amianto in maniera impropria, cioé di rispettare l’ambiente e non gravare gli altri cittadini di ulteriori costi, perché per la raccolta si affronta un costo e a farsene carico sarà la collettività tutta. Sul versante controlli il Sindaco ha dato notizia che “saranno messe in campo varie telecamere, per agire penalmente contro quei cittadini che non si comportano correttamente, oltretutto si rendono colpevoli di danno ambientale che è un reato penale“.

Lo steso appello per gli sfabbricidi, anche essi hanno come riscontro negativo creare un danno all’mmagine della città, quindi non certo un riscontro positivo per il turismo. Rizzo inoltre denuncia che a raccolta avvenuta, l’indomani altri sfabbricidi occupano gli stessi spazi.

E parlando sempre di ambiente e decoro della città il Sindaco ha affrontato le problematiche legate alla differenziata, in primis evidenziando che il servizio è legato ad un contratto che predilige il centro storico e non prevede Fraginesi, da qui la necessità di una nuova gara per superare questa problematica.

Sempre sull’argomento Rizzo ha affrontato il caso Centro di Raccolta Comunale, che doveva nascere, anche se momentaneo, ma essendo un sito sequestrato alla mafia, la procedura non era così semplice, infatti “il decreto di confisca del bene è arrivato pochi giorni fa”, quindi parte ora la richiesta per averlo affidato.

Un altro aspetto del problema è il diktat della regione che riguarda il raggiungimento della soglia del 30% di differenziata entro il 31 luglio, pena l’obbligo di portare i rifiuti fuori della Sicilia, quindi un un conseguente aggravio delle spese per i comuni. Su questo versante c’è da sottolienare che il TAR ha bloccato il diktat, ma rinviando la data, quindi attuando una sospensione, il problema non è risolto, infatti i comuni inadempienti dovranno ingegnarsi per far fronte a questo in tempi non lunghi.

E chiudendo la fase della conferenza dedicata a ciò che riguarda ambiente e città rizzo ha affrontato la problematica disinfestazione, diventata tale visto che non è stata realizzata, infatti doveva essere a marzo, ha affermato il Sindaco, quindi “abbiamo attivato tutte le procedure, che completate hanno portato all’aggiudicazione del servizio e quindi attivato”.

Cambiando tema, altro problema affrontato ieri sera da Rizzo è stato quello delle strutture ricettive, queste secondo una legge del 2017 devono essere dichiarate e sostenere il costo della tassa di soggiorno. Anche in questo caso Rizzo ha detto che si deve cambiare passo e mentalità, perché “se tutti agiamo in legalità, la città se ne giova”.

Infine è stata affrontata la problematica che è protagonista delle prime pagine dei giornali siciliani: la crisi idrica. Essa si accentua in particolar modo in estate, quando gli abitanti di Castellammare del Golfo passano da circa 13 mila a 50 mila, quindi risultano insufficienti le risorse idriche.

Rizzo ha specificato che circa 20 litri secondi in più dovrebbero aiutare a stabilire una situazione decente. Il problema, fino a maggio, non si presentava perché mediante una fideiussione si riusciva  a coprire alcuni debiti dell’Eas, ente gestore delle reti, ma quando è scaduta la fideiussione Eas non ha più dato questa quantità e quindi afferma Rizzo: “mi sono attivato andando dal prefetto e da Siciliacque. Dopodiché Eas ha decido di dare gratuitamente questi 20 itri secondo”.

Infine il Sindaco ha portato a conoscenza dei presenti della presenza di un pozzo privato, con un debito pregresso. Questo pozzo dovrebbe portare 10/12 litri secondo. A prescindere da quest’ultimo aspetto la situazione si dovrebbe normalizzare e anche in questo caso il Sindaco fa un invito ai cittadini, cioé a non innaffiare ogni giorno, a non pulire la macchina davanti casa o gettare acqua in strada per “combattere” il caldo. Per arrivare alla “normalità” però ha sottolineato Rizzo è possibile un disagio iniziale, perché la “rete idrica che da giorni non funziona, può presentare sacche di aria, intasamenti dati dal calcare calcare e quindi l’acqua potrebbe non arrivare subito, non per mancanza di acqua.

Questi alcuni dei temi caldi trattati nella conferenza, altri saranno affrontati in altre conferenze, infatti Rizzo ha espresso l’intenzione di farne una al mese.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Aiutatemi, voglio andare in carcere”: citofona ai Carabinieri per il giorno del suo compleanno
Articolo successivoImprenditore violento
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.