Scarcerato Giuseppe Pace, disposta l’applicazione del braccialetto elettronico

2926

TRAPANI. In data odierna il gip del tribunale di Trapani ha accolto l’istanza dell’avvocato Fabio Sammartano, difensore del sig. Giuseppe Pace, imputato insieme al figlio Pietro, anche lui ai domiciliari, per estorsione e turbata libertà degli incanti. La vicenda è quella della vendita all’asta di una villetta in contrada Fraginesi a Castellammare del Golfo.

 Il giudice ha accolto la sostituzione della misura cautelare in carcere con quella degli arresti domiciliari presso l’abitazione di proprietà del fratello a Lampedusa. Al Pace, trasferito sull’isola questa mattina in aereo, è stata disposta l’applicazione del braccialetto elettronico.

Il processo dibattimentale con rito ordinario inizierà il prossimo 20 settembre davanti al Tribunale collegiale di Trapani. L’istanza di scarcerazione è stata accolta con il parere contrario del Pubblico Ministero e delle persone offese dal reato già costituita parte civile all’udienza preliminare.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLA FAVOLA DELLE REGIE TRAZZERE DI SICILIA – CAPITOLO VII-PARTE II – La perizia del Cusimano adesso ci informa sul tratto di strada carrozzabile da Vicari a Roccapalumba.
Articolo successivoAddio “rais”