Mezzi vecchi e poco sicuri, la denuncia della Cgil

644

Servizio di trasporto pubblico urbano e scuolabus a Pantelleria: la Filt Cgil denuncia mezzi vecchi e poco sicuri, carenza di personale e mancato rispetto del contratto tra azienda e comune di Pantelleria

“Autobus obsoleti e poco sicuri, carenza di personale,  utilizzo dei lavoratori per mansioni diverse rispetto all’inquadramento e orario di lavoro superiore al previsto”.

La Filt Cgil di Trapani ha denunciato le gravi inadempienze dell’azienda Travel Bus che gestisce il servizio pubblico urbano e scuolabus nell’isola di Pantelleria.

Nel corso di un incontro con il presidente del consiglio comunale  Erik Vallini, il responsabile provinciale della Filt Cgil di Trapani Salvatore Gammicchia ha sollecitato “soluzioni per rendere il servizio di trasporto urbano sicuro ed efficiente”.

“Da anni – dice il sindacalista Gammicchia – chiediamo  alle amministrazioni che si sono avvicendate di risolvere le numerose problematiche nella gestione del servizio di trasporto urbano, ma ad oggi non è cambiato nulla”.

La Filt Cgil denuncia, infatti, che il contratto stipulato tra azienda e comune di Pantelleria continua a non essere rispettato: l’azienda dovrebbe essere dotata di un organico di personale e operatori sufficiente per il servizio di trasporto mentre spesso a guidare i mezzi sono gli operatori amministrativi.

Tra le irregolarità la carenza di sicurezza dei mezzi e l’assenza di aria condizionata aggravata dal fatto che è impossibile aprire i vetri dei finestrini laterali.

Disponibilità a verificare lo stato in cui versano i mezzi è stata espressa dal presidente del consiglio comunale che ha garantito che si attiverà per la rapida risoluzioni dei problemi denunciati dalla Filt Cgil.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFazio vince in appello
Articolo successivoFermi convalidati