Aeroporto Trapani-Birgi a rischio. I sindacati CGIL, CISL e UIL chiedono interventi urgenti

1806

TRAPANI. Preoccupazione unanime sulle sorti dello scalo “Vincenzo Florio” da parte dei sindacati trapanesi Cgil, Cisl e Uil. Rischi non solo per i lavoratori dell’aeroporto, ma anche per gli occupati nei settori turistici e del commercio.

Una situazione che rischia di provocare forti ricadute sull’intero sistema economico e sociale della Provincia di Trapani.

Per diversi mesi – dicono i segretari generali della Cgil di Trapani Filippo Cutrona, della Cisl Leonardo La Piana e della Uil Eugenio Tumbarello – il governo regionale, e in particolare l’assessore alle attività produttive Mimmo Turano, ha illuso il territorio rassicurando tutti sull’imminente pubblicazione del bando per promuovere le rotte. Adesso la politica degli annunci deve lasciare il posto alla concretezza e ad azioni mirate a rilanciare, in tempi brevi, l’aeroporto di Trapani Birgi e con esso l’intera provincia di Trapani”.

Secondo i sindacati, “se la strada da percorrere è quella di un sistema aeroportuale con  la realizzazione di due enti di gestione degli scali siciliani ciò deve avvenire con rapidità per evitare di compromettere anche la programmazione del 2019 e i posti di lavoro”.

Nell’immediato potrebbero perdere il posto di lavoro i settanta dipendenti dell’Airgest, società di gestione dell’aeroporto, e una cinquantina di lavoratori di altre società a servizio dell’aeroporto.

Però questi non sono gli unici a rischiare. Secondo i sindacati sarebbero centinaia, intanto, i posti di lavoro già compromessi nei settori del commercio e del turismo, per la drastica riduzione della presenza turistica mentre potrebbero aumentare ulteriormente le lavoratrici e i lavoratori costretti a lavorare in nero, senza contratto, senza regole e senza diritti.

Cgil, Cisl e Uil hanno annunciato che chiederanno un incontro al presidente dell’Airgest per conoscere quali saranno i percorsi che verranno intrapresi per salvaguardare l’occupazione e il futuro dell’aeroporto di Trapani-Birgi.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl WWF Saline Trapani impegnato nella salvaguardia del litorale Ronciglio
Articolo successivoPalmeri e Tancredi del M5S: “non prese in considerazione le proposte e le segnalazioni del M5S”
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.