Solidarietà della Cgil al sindaco di Trapani Giacomo Tranchida per lo striscione razzista di CasaPound

900

La Cgil di Trapani e le Camere del Lavoro del territorio esprimono solidarietà al sindaco di Trapani Giacomo Tranchida oggetto di uno striscione affisso in città e rivendicato dall’associazione neofascista CasaPound che invita il primo cittadino, promotore della cultura dell’accoglienza e della solidarietà, ad accogliere a casa sua i migranti.

“Trapani  – dice il segretario generale della Cgil di Trapani Filippo Cutrona – si è sempre distinta per l’accoglienza, il rispetto, la solidarietà, la democrazia e per una cultura assai lontana da quella improntata sul razzismo. Questo striscione, affisso a opera di una sparuta minoranza, rappresenta un’offesa per le migliaia di bambine e bambini, donne e uomini migranti e per l’intera città, che da secoli è un importante luogo di incontro tra popoli”.

Per la Cgil “è necessario che le forze democratiche affermino, con azioni precise, la cultura dell’accoglienza e della solidarietà nei confronti dei popoli del Mediterraneo, respingendo ogni tentativo di instillare odio e di contrapposizione al vivere civile e democratico”.

Intanto, lunedì mattina, dalle 10 alle 12, la Cgil terrà un sit in dinnanzi la Prefettura di Trapani per dire “no” alla decisione del ministro Salvini di “chiudere” i porti alle navi che soccorrono e salvano migliaia di vite umane che dall’Africa cercano di arrivare in Italia per poi raggiungere l’Europa”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCede una palazzina in corso dei mille ad Alcamo. Nessun danno a persone.
Articolo successivoRiversato calcestruzzo in Via Florio, ma non sono ulteriori lavori