L’alcamese Leonardo Renda testimone dell’Azione Cattolica della Diocesi di Trapani.

3178

L’intera l’Azione Cattolica siciliana si è riunita il 2 giugno scorso a Palermo presso la Cattedrale per festeggiare i 150 anni dell ‘A.C. Italiana, la cerimonia è stata celebrata dall’Arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice.

Tra i tanti momenti di musica e interviste, nella piazza sono state ricordate tante storie di uomin e donne, una per ogni diocesi, che si sono distinte per aver lasciato il loro quotidiano contributo in Azione Cattolica e nella società.

Per la diocesi di Trapani, il testimone e operatore di quotidiana santità è stato Leonardo Renda, chiamato dagli amici “Nardo”.

Nato nel 1902, figlio unico di Antonina e Baldassare Renda, piccoli proprietari terrieri, venne educato con sani principi morali e cristiani. Dopo aver completato la scuola elementare, si dedicò all’attività agricola nei terreni di famiglia, impegnandosi attivamente fin dall’adolescenza nell’Azione Cattolica, divenendone anche il Presidente per svariati anni. Dopo la caduta del Fascismo fonda ad Alcamo, insieme ai suoi amici di fede, la Democrazia Cristiana.

All’alba della Repubblica, venne eletto Consigliere Comunale, nominato Assessore e rivestì anche la carica di Segretario della D.C. cittadina.

Il suo impegno nel dopoguerra a fianco degli agricoltori che si affrancavano dal feudo, e il suo costante interessamento nell’Azione Cattolica ne fecero un punto di riferimento per tutta la cittadinanza di Alcamo, facendogli ottenere profonda amicizia e rispetto da parte dall’Onorevole Mattarella e da molti politici regionali e nazionali del tempo.

L’8 Luglio del 1949 venne sequestrato e dopo alcune ore trucidato nelle campagne di Grisì. Il suo martirio avvenuto in circostanze misteriose, seppure certamente riferibili a bande mafiose che imperversavano all’epoca, ne fanno una delle prime vittime della mafia intesa in senso lato.

Una settimana prima della tragica morte aveva dichiarato: “Per la mia fede sono pronto a dare il mio sangue”. Ai funerali, oltre alle tante autorità politiche, presente anche tutta l’Azione Cattolica con le bandiere abbrunate e moltissimi cittadini.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSfalci e rifiuti ingombranti, in zona Magazzinazzi, Alcamo Marina, due cassoni scarrabili…
Articolo successivoLa scuola “Giuseppe Montalto”