E Miceli scrive a Conte

1575

“Si legga la sentenza e così conoscerà chi era Mattarella”

“Pensando di farle cosa gradita, trasmetto in allegato il file contenete la sentenza di primo grado relativa all’omicidio del compianto On.le Presidente della Regione Siciliana, Prof. Piersanti Mattarella”. Inizia così una mail che il deputato siciliano del Pd l’avvocato Carmelo Miceli ha inviato al presidente del Consiglio dei Ministri prof. Giuseppe Conte dopo l’intervento alla Camera in cui il primo ministro parla di “congiunto” del presidente della Repubblica senza specificare che di fratello si tratta. “Sono certo che – prosegue Miceli, che ha anche scritto un post nella sua pagina di Facebook  -, per la Sua qualifica di avvocato, troverà l’interesse scientifico e il tempo per leggere attentamente il documento che Le rimetto, acquisendo, per l’effetto, maggiore consapevolezza sulle generalità del fratello del Nostro Presidente della Repubblica e, al contempo, sulla rilevanza dell’omicidio in argomento sulla storia, anche attuale, della Sicilia e dell’Italia tutta”.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl cognato non esce dal carcere
Articolo successivoSentenza riformata