In tredici comuni della provincia di Trapani si rinnovano i consigli comunali. In un comune però la sfida è al “singolare”…

2038

In provincia di Trapani, il 10 giugno, i comuni che andranno al voto sono tredici ma, solo in uno di questi la sfida è tutta al “singolare”, e per singolare intendiamo che a competere è solo un candidato.

Il comune è quello di Vita e il candidato Sindaco è Giuseppe Riserbato con la lista “Uniti per Vita”. Se state pensando che l’elezione per Riserbato, consigliere uscente della scorsa legislatura, sia cosa fatta non è proprio così. E già, per essere eletto il candidato Sindaco di Vita deve raggiungere due obiettivi: il primo è quello dei votanti che deve raggiungere il 50% degli aventi diritto al voto iscritti nelle liste elettorali; il secondo, deve prendere il 50% di voti validi.

Se non si venissero a verificare queste due condizioni, entrerebbe in gioco un commissario che rimarrebbe fino alla prossima competizione elettorale che potrebbe essere nella prima metà del 2019. Insomma, la partita è tutta da giocare.

Una tra le sfide elettorali più “calde” in provincia, è sicuramente quella di Trapani con 5 aspiranti candidati a Sindaco. Gli sfidanti qui sono: Vito Galluffo sostenuto da Forza Italia, Trapani Riparte e Progresso Rinascita; Peppe Bologna con Scirocco per Trapani; Bartolo Giglio sostenuto dalla Lega; Giacomo Tranchida con le liste Trapani Tua, Trapani con Coerenza, Amo Trapani, Cambiamenti per Trapani, Per Trapani, Tranchida Sindaco e Demos; Giuseppe Mazzonello con il Movimento 5 Stelle.

Anche Castellammare del Golfo ha una sfida a cinque per una poltrona. Gli sfidanti sono: Nicolò Coppola, Sindaco uscente, con la sua lista Castellammare 2.0; Giuseppe Lo Porto Cambiamenti; Francesco D’Angelo Idea Sicilia; Laura Ancona lista Idee Giuste e Nicolò Rizzo con la lista Oltre.

A Buseto Palizzolo la partita è tra Emilio Lombardo per Sviluppo Buseto e Roberto Maiorana lista Uniti e Liberi per Buseto.

Altra sfida a due a Custonaci, tra Giuseppe Bica con la lista SiAmo Custonaci e Giuseppe Morfino con la sua lista Morfino Sindaco.

A Paceco la corsa per una poltrona alla carica di Sindaco è a tre. La competizione è tra Aldo Grammatico del Movimento 5 Stelle, Filippo Reina per la lista Reina Sindaco e Giuseppe Scarcella con la lista Scarcella Sindaco.

Anche Partanna ha una competizione a tre. Maria De Benedetti del Movimento 5 Stelle, Nicola Catania con la lista Partanna Città Europea e Francesco Crinelli con la lista Crinelli Sindaco.

Poggioreale ha due candidati Sindaco, e sono: Pietro Vella con la lista Insieme per Poggioreale e Girolamo Cangelosi con la lista Poggioreale nel Cuore.

A Valderice, i candidati sono tre. E vede in corsa: Francesco Stabile con la sua lista Valderice, Marcella Mazzeo del Movimento 5 Stelle e Giovanni Coppola con Lista Dinamica.

Santa Ninfa vede in corsa due candidati per la carica di Sindaco e sono: Giuseppe Spina con L’Alternativa C’è e Giuseppe Lombardino con Insieme per Santa Ninfa.

San Vito Lo Capo, per la carica di primo cittadino, ha quattro candidati in corsa. I quattro sfidanti in competizione sono: Peppe Piraino lista Insieme per San Vito, Nino Ciulla del Movimento 5 Stelle, Gaspare Scola con la lista Orgoglio Sanvitese e Pietro Tolomeo con la lista San Vito Lo Capo- La Perla di Sicilia.

A Favignana la sfida è tra Lucio Antinoro con la lista Egadi Insieme, Totò Braschi lista Egadi Braschi Sindaco, e Giuseppe Pagoto lista Per le Egadi.

Chiudiamo con Pantelleria che vede in corsa: Santoro Genova lista Forza Italia, Arturo Caravella con Liberiamo Pantelleria, Vincenzo Vittorio Campo per il Movimento 5 Stelle, Angela Siracusa con la lista Scegli Pantelleria.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteScritto sulla pelle
Articolo successivoTirocini Universitari al via. Firmato il protocollo d’intesa tra Università e parti sociali
Fulvio Catalanotto
Fulvio Catalanotto nasce in Sicilia, terra, secondo lui, al centro del mondo. Formatore ed esperto dei processi formativi con la passione per la comunicazione e l'informazione. È un ascoltatore cronico di Rosa Balistreri.