Piazza della Repubblica un bel colpo d’occhio, ma…

6480

Restyling per Piazza della Repubblica apprezzato da alcuni cittadini che la frequentano, ma…

Foto sui social e le testimonianze di cittadini che frequentano Piazza della Repubblica ci testimoniano un gradimento dei cambiamenti in atto, ma ci sono anche tante segnalazioni negative.

Mentre facevo foto al nuovo manto della villa e ad altri particolari per la mia perenne voglia di andare a fondo nelle cose, sono stato fermato da un cittadino che mi ha detto: “Ma così si fanno i lavori? Venga qua, vede come ci sono parti dove gli “zoccoletti” sono messi male? Guardi quanti detriti agli angoli e questi mattoni dove ci sono i giochi per i bambini sono messi mali. Abbiamo una villa meravigliosa e la combiniamo così?”.

Pochi minuti e si avvicinano altri cittadini, che mi testimoniano le stesse problematiche, ma la critica era rivolta non solo chi ha fatto i lavori e amministrazione, infatti i presenti si lamentavano anche di feci di cani a terra, in particolare a lamentarsi di ciò un uomo con al guinzaglio il proprio cane, munito di museruola e a portata di mano palettina e sacchettino. E le lamentele non finiscono qua, infatti mi raccontano di rifiuti gettati nei cestini o agli angoli della villa, di bottiglie e tanto altro vicino l’ex autostazione. Una soluzione? La maggior parte dei presenti mi ha detto: “Ma perché non mettono dei vigili o qualcuno per controllare e presidiare la villa e Piazza della Repubblica?”.

Avendo visto le problematiche abbiamo sentito l’Assessore Ferro per avere delucidazioni:

“Purtroppo il progetto presentava qualche criticità, dovute anche al fatto che è ormai datato di qualche anno. Alcune sono state risolte anche attraverso la collaborazione di altri enti, come ad esempio i pali e i cavi tolti grazie alla collaborazione con ENEL spa. Sono previste ancora diverse forniture e abbellimenti della Piazza e spazi circostanti. Successivamente valuteremo di limare altri piccoli difetti come cordoli o altro”.

“Inoltre – continua Ferro – abbiamo già previsto di affidare un incarico per un altro progetto che miri proprio agli aspetti legati al verde. Gli uffici stanno comunque vigilando sull’impresa e non esiteranno di certo a contestare quanto eventualmente non rispetti il progetto. Alla fine se dovesse essere necessario, in quanto non realizzabile con l’attuale progetto, interverremo con fondi comunali”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteManifestazione per ricordare Falcone e le vittime della strage di Capaci. Mafia oggi, la visione dei giovani.
Articolo successivoFazio, pm chiedono processo
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.