Ultimo atto per il Regolamento sui servizi a pagamento della Polizia Municipale, il Consiglio Comunale approva

1359

Il Regolamento sui servizi a pagamento della Polizia Municipale, dopo le varie verifiche in Commissione, arriva in Consiglio Comunale e viene approvato a maggioranza, un solo astenuto

Il dibattito in Consiglio Comunale sul Regolamento si è svolto sullo stesso solco manifestatosi in Commissioni, cioé il dirigente Comandante della Polizia Municipale, Giuseppe Fazio, impegnato a spiegare il perché del regolamento e le sue caratteristiche, come già fatto in commissione e ai nostri microfoni, e i consiglieri comunali esprimere le loro perplessità, fugate dagli emendamenti della commissione che ha esaminato il Regolamento, e in particolare risolutivo è stato un  emendamento presentato dal M5S che prevede l’ampliamento degli eventi esenti dal pagamento, come per esempio il Carnevale e la Passione di Cristo, perché fanno parte di quegli eventi che portano lustro alla città e attraggono turisti e cittadini proveniente dalle città vicine, ma la decisione su quali eventi saranno di interesse per la città o meno, come specificato nell’emendamento, sarà a carico della Giunta, quindi una decisione politica, decisione che deve essere motivata, come voluto da un sub emendamento presentato dal Consigliere del Partito Democratico, Filippo Cracchiolo e votato favorevolmente dall’aula.

Un aspetto, questo, che poteva esser colto anche nelle affermazioni del Segretario Generale del Comune di Alcamo, Vito Bonanno, intervenuto sull’aspetto remunerativo, dicendo in sintesi che non si può agire su questo aspetto perché legato al contratto nazionale di lavoro, invece si può agire nel decidere quali eventi o meno esonerare dal pagamento. E lo stesso aspetto anche evidenziato dal Consigliere di Noi per Alcamo, Francesco Dara, che alla fine del dibattito in aula si è astenuto.

Questa decisione demandata alla Giunta, come dicevamo, investe la politica di una responsabilità, che come afferma la presidente di commissione, Rosa Alba Puma, è “giusto che sia così, la politica si deve prendere le responsabilità di certe scelte”.

Soddisfazione anche da parte dell’opposizione, anche se sono stati sollevati dei dubbi su alcuni punti, lo aveva fatto Calandrino di Sicilia Futura in Commissione e che ha ribadito in Consiglio, anche se gli emendamenti, presentati dalla Commissione, hanno tolto anche gli ultimi dubbi. Soddisfazione anche per il Consigliere Gino Pitò del gruppo federato ABC/Alcamo Cambierà che vede passare  il suo emendamento sull’esonero per le ditte che realizzano lavori per il Comune in riferimento ai “trasporti eccezionali” collegati a questi.

Un Regolamento che ha creato grande dibattito che dopo riunioni di commissione, incontro con le associazioni e dibattito in Consiglio, ha avuto come ultimo atto una promozione, anche se è molto probabile che altro dibattito si creerà quando la Giunta sarà a decidere quali eventi o meno saranno esentati dal pagamento, essendo discrezionale, anche se dovrà tenere conto della natura dell’evento.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl  “Coordinamento Salviamo i Boschi” esprime soddisfazione per le iniziative del Prefetto Pellos 
Articolo successivoIl giudice Alessandra Camassa all’Istituto “Nino Navarra” di Alcamo: “La mafia qui è ancora forte”
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.