Evasione e aggravamento della misura degli arresti domiciiari

1737

Nelle giornate di mercoledì 02 e giovedì 03 di maggio i militari della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano hanno operato due arresti di soggetti che hanno violato le prescrizioni della misura cautelare loro irrogata.

Nel pomeriggio del 02 maggio i militari dell’Aliquota Radiomobile, guidata dal Luogotenente Gaspare Maurizio, hanno tratto in arresto Amed KHALDI, castelvetranese 21enne, disoccupato e ben noto alle forze dell’ordine: il predetto, in atto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, non veniva trovato durante il pomeriggio presso la sua abitazione. È stato sottoposto a giudizio direttissimo nella mattinata di ieri, in occasione del quale la misura precautelare è stata convalidata.

Si rammenta che a conclusione di attività investigativa svolta dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano è stato possibile identificarlo quale autore di una rapina effettuata il 02 dicembre 2017 in questa via Palestro ai danni di un’anziana signora.

Nella mattinata di ieri 03 maggio personale della Stazione di Castelvetrano, condotta dal Luogotenente Domenico Castellano, su disposizione della Corte d’Appello di Palermo traduceva presso la casa circondariale “Pagliarelli” del capoluogo Anna Maria MODICA, 42enne castelvetranese anch’essa ben nota alle Forze dell’Ordine; la stessa, infatti, risulta destinataria di custodia cautelare in carcere, aggravamento della misura degli arresti domiciliari ripetutamente violata dalla stessa nei mesi precedenti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLaura Ancona presenta le “Idee Giuste” per Castellammare e la sua candidatura a Sindaco
Articolo successivoNicola Rizzo presenta il movimento “Oltre” e la sua candidatura a Sindaco