L’Alqamah Futsal vince e vola in C2

1254

Il giorno tanto atteso è arrivato, la Finale, il giorno che tutti sognano, l’ultima dell’anno come un esame scolastico. Il pala Grimaudo è pieno.

ALCAMO. L’ASD Alqamah Futsal, del presidente Messina Marco e del duo Settipani ed Emmolo, partono forti e dopo pochi minuti prendono un palo che fa spaventare i tanti tifosi bianco azzurri accorsi ad Alcamo per tifare San Vito. L’Alqamah mostra un ottimo gioco per un tempo intero, ma il risultato resta bloccato sullo 0-0 fino a fine primo tempo.

Avvio di secondo tempo con gli alcamesi molto attivi, ma una delle imprevedibilità del calcio si verifica, infatti inaspettatamente, sugli sviluppi di un corner, grazie ad una disattenzione della retroguardia bianconera, si porta in vantaggio il San Vito, che con Pappalardo fa 0-1 ammutolendo i tifosi dell’Alqamah.

L’evento scuote l’Alqamah, infatti Emmolo richiama i suoi e cambia la musica, sale in cattedra Roberto Coraci, Bomber d’annata, che con una girata beffa Vultaggio G. ed è 1-1, i tifosi dalla gioia fanno tremare il palazzetto. L’Alqamah sembra aver cambiato passo e oltre al gioco ci mette carattere, quindi passano pochi minuti, Coraci ancora lui in un’azione da manuale, in collaborazione con Giannó, va alla conclusione che vale il 2-1. Si nota immensa gioia negli sguardi dei ragazzi alcamesi, invece il San Vito si innervosisce e arriva a fare 5 falli velocemente, da qui il tiro libero per i bianconeri: Giannó dal dischetto, Vultaggio G. para. La suadra alcamese soffre per quasi 7 minuti, il San Vito fa avanzare anche il suo portiere alla ricerca de pari, ma Coraci approfitta della porta sguarnita e con un tiro da lontano sigla il 3-1.

Dopo i 3 di recupero l’arbitro fischia tre volte ed esplode la gioia infinita di sostenitori e di tutto lo staff alcamese. Alqamah Futsal vince e va in Serie C2, è promozione, la favola si è conclusa nel migliore dei modi, da sottolineare che il traguardo è stato raggiunto in un solo anno. Ora l’appuntamento è al prossimo anno.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLe minacce e le risate dei mafiosi
Articolo successivo“Di corsa con la Garibaldi…oltre le barriere” (FOTO)