Castellammare, presentata la candidatura di Franco D’Angelo Sindaco: “Una politica aperta al servizio di tutti”

4410

Presente anche l’Assessore Regionale alla Formazione Roberto Lagalla

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Si è svolta ieri mattina presso l’aula consiliare di Castellammare del Golfo la presentazione del progetto politici “Idea Sicilia” e la candidatura dell’imprenditore Franco D’Angelo alla carica di Sindaco della città. D’Angelo è stato presentato dal movimento politico nato l’anno scorso per le regionali, che fa riferimento all’attuale Assessore Regionale alla Formazione Roberto Lagalla. D’Angelo è ad oggi il candidato del movimento, ma sono “aperti” anche ad altri soggetti politici.

Presenti tra gli altri i rappresentanti di “Idea Sicilia” provinciale e Regionale. A prendere la parola Franco Poma, referente comunale del movimento. “È  un progetto che vuole calarsi all’interno di una realtà castellammarese che oggi soffre una decontestualizzazione vera tra la rappresentanza politica e l’esigenza di rappresentanza dei cittadini. Vogliamo riannodare il nodo – ha sottolineato Poma – riprendendo il ragionamento di prossimità e di vicinanza con i cittadini e con le comunità, con il mondo professionale e sociale. Abbiamo bisogno di rinnovamento, e la politica di “Idea Sicilia” è fuori dalla logica dei vecchi partiti”.

Francesco D’Angelo, visibilmente commosso, si è presentato ai presenti dichiarandosi felice di aver sposato il progetto politico di “Idea Sicilia”: “I mie riferimenti politici? Angelo Colomba e Sergio Mattarella. Non siamo un progetto chiuso, siamo per una politica aperta al servizio di tutti. Non siamo come i classici partiti. Bisogna parlare e insistere per diventare i protagonisti della nostra città. Il nostro soggetto politico vuole andare oltre le vecchie logiche politiche che fino ad oggi ci hanno governato. Oggi non vi stiamo chiedendo voti, ma vi stiamo chiedendo di ascoltare noi e anche gli altri. Il nostro è un progetto nuovo e rivolto alla nostra amata città”.

Dopo il commosso intervento di D’Angelo, hanno preso la parola Valentina Militello, coordinatrice regionale del movimento, e Roberto Lagalla, Assessore regionale alla Formazione ex Rettore dell’Università degli Studi di Palermo. Quest’ultimo ha spiegato i primi provvedimenti da Assessore alla Formazione e la sua visione di politica, rivolta ai cittadini in difficoltà. “La formazione in Sicilia è stata considerata per troppi anni un patto scellerato e devastata negli ultimi anni. Certo, non faccio di tutta l’erba un fascio, ci sono molte eccellenze, ma per troppo tempo è stata uno strumento elettorale, una fabbrica di illusioni. Noi, con il bando pubblicato da poco, abbiamo rivoluzionato questo sistema. Noi, dobbiamo dare risposte ai cittadini, perché il loro voto è dato sulla fiducia e non possiamo tradirla.”

Valeria Militello ha sottolineato: “in questi mesi abbiamo seminato in tutta la regione, qui a Castellammare quei semi sono cresciuti. Adesso bisogna continuare ad ascoltare i cittadini mettendo insieme gente che ha voglia di cambiare passo, per consolidare l’identità di Idea Sicilia.”

Infine gli interventi di Francesco Paolo Orobello e Lorenzo Chiarenza che hanno sottolineato l’importanza di un progetto politico condiviso rivolto a potenziare le risorse e le ricchezze della città.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOperazione “Regina di Cuori”, provvedimenti nei confronti di una pericolosa banda criminale. FOTO
Articolo successivoA Trapani “Il viaggio di Nicola Calipari” con Fabrizio Coniglio ed Alessia Giuliani
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.