Castellammare, la storia di Emanuela Loi raccontata ai ragazzi delle scuole medie

1379

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Si terrà domani mattina presso l’Istituto “Giovanni Pascoli” di Castellammare del Golfo l’incontro con Annalisa Strada, insegnante e scrittrice bresciana. Dal 2002 pubblica albi illustrati, testi per primi lettori, per bambini per ragazzi e per adulti con vari editori. Strada presenterà ai ragazzi delle scuole medie il suo libro pubblicato nel 2016 “Io, Emanuela. Agente della scorta di Paolo Borsellino” (Einaudi Ragazzi). Il libro racconta la storia della giovane agente di scorta di Paolo Borsellino morta nella strage di via D’Amelio insieme al giudice e ai colleghi Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina.

Trama

“Emanuela Loi non ha neanche vent’anni quando sua sorella la convince a tentare il concorso per entrare in polizia. È un percorso che la fa crescere in fretta, lontano dalla sua terra, dai suoi affetti, soprattutto quando, a Palermo, viene assegnata al servizio scorte Di Paolo Borsellino. Sono anni bui per la città, che è sede del maxiprocesso contro Cosa Nostra e bersaglio facile della mafia, che colpisce chi, la mafia, cerca di combatterla. Emanuela ha paura, ma il suo senso del dovere, che da sempre la accompagna, non la fa desistere. Fino alla fine. Età di lettura: da 11 anni”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTurni di erogazione dell’acqua da quattro a tre giorni
Articolo successivoCarmelo Miceli (PD): “Aeroporti non si facciano la guerra, ma arrivino ad un sistema di gestione comune”