Eccellenze alcamesi e del territorio in questi giorni a New York per un ciclo di cene

3296

Dallo scorso martedì 24 a domenica 28 gennaio, il ristorante Margherita NYC a Little Italy a New York sta facendo da palcoscenico per una sfilata di sapori tutti siciliani. E a fare da protagonista sarà anche Alcamo che vedrà una grande partecipazione in questo ciclo di cene organizzate dallo chef Giuseppe Costa (per l’appunto alcamese) e Mr. Delli Carpini, patron del ristorante, organizzato con l’intento di rilanciare il quartiere di Little Italy, luogo storico newyorkese ormai “italiano” solo nell’immaginario collettivo, come reale punto di riferimento italiano nella metropoli.

Giuseppe Costa (1 stella Michelin), chef del ristorante “Il Bavaglino” a Terrasini è volato a New York con tutto il proprio staff per preparare un ciclo di cene da quattro portate, in cui faranno da protagonista piatti della tradizione siciliana preparati con ingredienti di prima scelta, anch’essi rigorosamente del territorio siciliano.

Oltre ai piatti, particolare importanza anche ai vini che accompagnano le diverse portate, tutti assolutamente siciliani, tra i quali è presente anche il vino prodotto dall’azienda alcamese BioViola.

Il menu speciale dello chef Costa e quindi caratterizzato da: Baccala al vapore, patata schiacciata, zuppetta di pesce e germogli di verdure in abbinamento all’Alcamo DOC catarratto “Yule” dell’Azienda agricola BioViola; Tortello ripieno di mozzarella, salsa di pomodoro, spuma di basilico e melanzana in coppia con “Alastro” dell’azienda Planeta di Menfi; Guanciale di vitello al Nero d’Avola, crema di ceci e insalatone di cavolo cappuccino in associazione con “Ghiaia Nera” dell’azienda palermitana Tasca d’Almerita; Nuvola di cassata con il vino “Alcova” di Coste Ghirlanda di Pantelleria.

Tutti gli abbinamenti sono stati coordinati e vengono seguiti dalla maitre-sommelier Irene Figlia, anche lei alcamese.

Lo chef Giuseppe Costa non è nuovo a questa tipologia di eventi soprattutto legati alla promozione del nostro territorio in giro per il mondo. Nato ad Alcamo nel 1982 ha lavorato a stretto contatto con i più grandi chef contemporanei come Heinz Beck, Pino Lavarra, Carlo Cracco. Nel 2009 ha vinto il premio come Emerging Chef del Sud Italia al Circolo di Savoia di Napoli e, infine, il 4 novembre 2014 ha ricevuto la sua prima stella Michelin.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDa Fazio a “Progresso e Rinascita”
Articolo successivoMarsala, riparte il corso di scrittura dell’Associazione “Otium”. Prima lezione con Enzo Di Pasquale
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.