Rifiuti, Coppola: “Chiediamo alla Regione soluzione definitiva. Invito i cittadini a differenziare correttamente”

1656

Riaperta la discarica di Bellolampo “l’unica proposta non può essere quella di trasportare l’immondizia ancora più lontano, gravando ulteriormente sui già vessati cittadini.”

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. “Chiediamo alla Regione una soluzione definitiva perché è inaccettabile che per le emergenze rifiuti, che si verificano soprattutto nei periodi estivi o festivi, l’unica alternativa proposta sia quella di trasportare l’immondizia ancora più lontano, gravando ulteriormente sui già vessati cittadini. Chiediamo provvedimenti a lungo termine. L’emergenza è rientrata perché siamo riusciti a contenere i disagi causati dalla chiusura della discarica di Bellolampo, dove siamo stati autorizzati a conferire, e che oggi è stata riaperta, ma si tratta solo di un intervento tampone, come abbiamo sottolineato nel corso dell’incontro all’assessorato regionale Energia. Intanto invito i cittadini a differenziare correttamente i rifiuti così da ridurre i quantitativi di indifferenziato da trasportare in discarica”. Lo afferma il sindaco Nicolò Coppola che, all’assessorato regionale Energia, ha partecipato all’incontro con gli altri sindaci dei Comuni interessati. Nell’annunciare la riapertura della discarica di Bellolampo, il sindaco Nicolò Coppola fa presente che quanto prospettato dalla Regione “è un aumento dei costi di conferimento dell’indifferenziato a causa del trasporto verso altre discariche più lontane. Noi sindaci abbiamo chiesto un immediato tavolo di trattative con il presidente e l’assessore Figuccia per scongiurare un problema economico di notevole entità. Invito ad eseguire la raccolta differenziata in maniera scrupolosa”.

Per tre giorni, nonostante l’autorizzazione al conferimento, gli auto compattatori arrivati nella discarica di Bellolampo non hanno potuto scaricare i rifiuti nell’area di pre-trattamento della Ecoambiente. Dopo l’incontro di ieri è stata autorizzata la riapertura della discarica  dove conferiscono numerosi Comuni del palermitano ed alcuni del trapanese come Castellammare. “L’emergenza rientra ma non è affatto risolta con la temporanea autorizzazione allo scarico a Bellolampo e il trasporto in discariche lontane dai nostri territori, come quella di Misterbianco, nel catanese. Non possono essere i cittadini a sacrificarsi ancora con l’aumento di una tassa sui rifiuti già molto pesante. Questa è una soluzione insoddisfacente -conclude il sindaco Nicolò Coppola in una nota stampa – e auspichiamo che nel richiesto incontro urgente all’assessore ai Rifiuti, si arrivi a soluzioni definitive”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteNel bunkerino di Falcone e Borsellino dove il tempo si è fermato. Giovanni Paparcuri: “Qui sono nato una seconda volta”
Articolo successivoIl circolo Metropolis e “Contaminazioni” presentano le letture di Moby Dick