Castellammare, il consiglio approva il regolamento per il bilancio partecipativo

1181

“I cittadini possono incidere sulle scelte istituzionali. Invitiamo a presentare proposte”

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il consiglio comunale ieri pomeriggio ha approvato all’unanimità lo schema di regolamento del bilancio partecipativo proposto dall’amministrazione comunale per il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte amministrative. Si tratta uno strumento di democrazia diretta che consente di contribuire a decidere come investire parte delle risorse del bilancio comunale per il finanziamento di proposte e progetti scelti dalla stessa cittadinanza. Lo schema di regolamento approvato è composto da sette articoli.

“Il bilancio partecipativo rappresenta un’occasione di scambio tra cittadinanza e amministrazione perché i cittadini possono incidere sulle scelte istituzionali e l’amministrazione può comunicare con trasparenza le scelte di governo -affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore al Bilancio Salvo Bologna-. I consiglieri hanno dimostrato sensibilità alla proposta ed hanno unanimemente condiviso il regolamento per la partecipazione attiva dei cittadini ai processi decisionali del nostro Ente, comprendendo che il bilancio partecipativo favorisce la costruzione di un rapporto di fiducia tra istituzioni e cittadini e stimola la partecipazione diretta. Tutti i cittadini interessati, associazioni, enti pubblici e privati della nostra città, sono invitati a presentare proposte”.

Nella stessa seduta il consiglio comunale ha approvato la “modifica della convenzione del servizio di tesoreria comunale” con un atto di indirizzo che, nel bando di individuazione, prevede incentivi per la banca che potrà fornire il servizio in città. Il consiglio comunale non ha approvato, invece, l’atto di indirizzo riguardante la “proposta di concessione di ulteriori 5 licenze per noleggio con conducente(NCC) con auto elettrica”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTornano i  “Cappiddazzi di casteddammari” ai  “mercatini” di natale
Articolo successivoLa festa dei volontari