“Idea Sicilia” dell’Assessore Roberto Lagalla ha due nuovi referenti a Castellammare del Golfo

3363

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il Movimento “Idea Sicilia” dell’ex Rettore dell’Università degli Studi di Palermo Prof. Roberto Lagalla, attuale Assessore alla Pubblica Istruzione e formazione Professionale Ricerca e Università del neo governo Musumeci, ha nominato i due nuovi referenti per la città di Castellammare del Golfo: Francesco Poma e  Francesco D’angelo.

Lo stesso Francesco Poma, già candidato nel 2013 al Senato della Repubblica con il Partito Repubblicano Italiano, aveva dato la sua disponibilità allo stesso Movimento per un’eventuale candidatura alla carica di deputato Regionale per il collegio di Trapani in occasione delle recenti elezioni Regionali. I due castellammaresi si proiettano alle imminenti elezioni amministrative, sottolineando la loro volontà di essere protagonisti.

“È  un progetto che vuole calarsi all’interno di una realtà Castellammarese che oggi soffre una decontestualizzazione vera tra la rappresentanza politica e l’esigenza di rappresentanza dei cittadini. Vogliamo riannodare il nodo – scrivono Poma e D’Angelo – riprendendo il ragionamento di prossimità e di vicinanza con i cittadini e con le comunità, con il mondo professionale e sociale. Vogliamo proporre tesi e ipotesi di lavoro in vista delle nuove scadenze politiche per il rinnovo del Consiglio Comunale e del Sindaco. Siamo sul territorio, non vogliamo essere un movimento politico, ma vogliamo dare voce a quei cittadini che oggi non riconoscono più una interpretazione della loro voce attraverso i partiti tradizionali.

Con questo spirito  ci avviciniamo alle elezioni, ma con questo spirito intendiamo prima di tutto contribuire al programma per il rinnovamento e un salto di discontinuità di questa Città. Non siamo preoccupati delle categorie ideologiche in una fase in cui bisogna rendersi conto che siamo in un momento post ideologico. La sfida oggi – continuano – è tra una società aperta e una chiusa: quella aperta è quella dell’innovazione, dell’imprenditorialità, della solidarietà capace di riequilibrare le differenze sociali e il disagio complessivo. È in questi termini e in questa dimensione che ci muoveremo.

“Idea Sicilia”  non è l’ennesimo partito politico, è un gruppo di animazione nato dall’idea forte di rimettere la politica al servizio dei cittadini, recuperando il valore di servizio della politica. Occorre guardare al futuro in modo diverso, recuperare il senso del rapporto con le persone e finalmente poter dire ai giovani che per loro esiste un futuro anche a Castellammare.

Occorre mobilitare energie nuove per affermare una sorta di start up politica, superando le tradizionali ideologie di destra e sinistra, la vera competizione – concludono Poma e D’Angelo – è tra chi sostiene una società che vuole cambiare e chi la vuole ancora in mano a pochi. Attraverso quotidiani incontri con la gente stiamo lavorando per costruire un nuovo modello di sviluppo. Noi ci mettiamo la faccia”.