CGIL mobilitazione per lavoro e pensioni: in tanti della provincia di Trapani alla manifestazione a Palermo

1559

PALERMO. Sono state parecchie le persone, della provincia di Trapani, a rispondere all’appello generale di mobilitazione della CGIL per “cambiare il sistema previdenziale, per sostenere sviluppo e occupazione, per garantire futuro ai giovani”. Questi i motivi al centro della mobilitazione nazionale della Cgil di oggi, sabato 2 dicembre, proclamata dopo l’esito del confronto con il Governo sul tema della previdenza, considerato “insufficiente”. Le manifestazione si sono svolte in cinque città di Italia: Roma, Torino, Bari, Cagliari e Palermo.

A Palermo il corteo si è mosso da piazza Croci per raggiungere piazza Verdi dove è allestito il palco dei comizi. Interverrà il segretario confederale nazionale, Maurizio Landini. “Visto che la Camera nelle prossime settimane si appresterà a discutere e a votare chiediamo di produrre dei cambiamenti e dei miglioramenti sulla pensione e su altri temi. Perché il nostro giudizio non è negativo solo sulle pensioni”.

Lo ha detto all’Adnkronos Maurizio Landini. “Da qui lanciamo un messaggio a tutte le forze politiche – dice ancora Landini – Siccome tra qualche mese saremo in campagna elettorale, diciamo con chiarezza che per noi qualsiasi governo ci sarà deve sapere che la questione delle pensioni e della modifica della Legge Fornero è un punto centrale, su cui il sindacato e i lavoratori non hanno alcuna intenzione di rinunciare”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Casa degli orrori”, gli arrestati non rispondono al GIP. “Torture difficili da immaginare”
Articolo successivoL’Alcamo Futsal supera, in trasferta, il Palermo Calcio a 5