Villard, Alcamo Marina una risorsa. Il punto di vista di docenti e studenti di “Architettura” italiani e stranieri (VIDEO)

4943

ALCAMO. Iniziato Villard, un seminario itinerante di progettazione architettonica che si occuperà di “sfornare” idee per la riqualificazione di Alcamo Marina partendo da ciò che già c’è. In esame non solo il lato della “natura” ma anche delle costruzioni. Il seminario rappresenta una possibilità per rivedere Alcamo Marina e prospettarne una migliore e a dimensione uomo, così da potenziare una risorsa sia “storica” che turistica.

Quindi non demolire ma riqualificare le aree con maggiori difficoltà. In particolare gli studenti provenienti da diverse università italiane e straniere (capofila l’Università di Venezia), in questi giorni, hanno effettuato diversi sopralluoghi in alcune aree specifiche della costa alcamese. Ieri nelle zone Magazzinazzi e Aleccia di Alcamo Marina hanno effettuato rilievi e individuato le principali criticità, ovvero: ferrovia, accesi al mare, sicurezza delle case in zone a rischio dissesto idrogeologico e altri. Gli studenti in questi giorni cercheranno di studiare delle soluzioni per migliorare la zona. Villard si sposterà nelle prossime settimane a Napoli, ad Ancona e in altre città, per poi concludersi a giugno ad Alcamo con la premiazione del progetto migliore. Progetto che sarà poi a disposizione dell’Amministrazione comunale che potrà finanziarlo e quindi attuarlo.

Di tutto questo abbiamo parlato con la Responsabile di “Villard: 19” Fernanda De Maio, con l’alcamese Nicola Provenzano, tra gli organizzatori del seminario, e con due studenti di Architettura.

Guarda le interviste:

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRegionali, “voti comprati a 25 euro”. Indagato neo deputato Tamajo
Articolo successivoAlqamah Futsal ha la meglio sul Salemi e ora aspetta il San Vito
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.