Libertas, esordio con vittoria di 20 punti a Barcellona

1165

Nessuno pensava a una passeggiata e passeggiata non è stata. Ma dopo i primi minuti di ambasce causati, probabilmente, dalle tossine del viaggio e dall’emozione per l’esordio, la Libertas ha ingranato le marce alte e per l’OR.SA. Barcellona non c’è stato più nulla da fare.

A tratti la squadra di Vincenzo Ferrara ha sciorinato anche azioni spettacolari e, nell’arco dei 40 minuti, ha tirato da tre punti con percentuali davvero notevoli e con diversi atleti. Le bombe portano le firme di Ajola, Andrè, Amato, Bottiglia, Costadura e Manfrè.

Pronti via e i barcellonesi vanno subito avanti, seppur con un massimo vantaggio di una manciata di punti, sospinti dal croato Granic, dal laziale Comelli e dal locale Mustacchio. In questo frangente Andrè e Granic cominciano a firmare una sfida personale che alla fine vedrà vincere l’esperto centro alcamese. Già al termine del primo periodo la Libertas mette la freccia con Genovese e Costadura gettati nella mischia nella seconda parte del mini-tempo.

Il secondo periodo è un assolo di capitan Andrè e compagni. Manfrè fa vedere che non ha vinto a caso lo scorso campionato di serie C, Ajola dimostra grandi energie e ottime capacità offensive, Costadura difende e segna nonostante i problemi a un dito, Ranalli ringhia e cattura rimbalzi, Bottiglia e Amato danno un apporto importante. Così la Libertas, grazie anche ai buoni minuti del giovanissimo Genovese e alla costanza del sempieterno Andrè, firma un 25 – 9 che mette quasi fine alla partita con un complessivo 42 – 22.

Terzo e quarto periodo servono a tenere a bada l’Or.Sa. Barcellona che prova a riavvicinarsi senza mai scendere sotto i 14 punti di ritardo. Comelli, Granic, i giovanissimi Vanoli e Duranovic, sono i migliori fra i locali. In casa Libertas vanno tutti a canestro tranne gli ultimi entrati Agrusa e Farina. Spettacolo puro per alcune penetrazioni di Andrè e tanta adrenalina nelle bombe di Ajola. Finisce 82 – 62 e Alcamo bagna nel migliore dei modi il ritorno in serie C dopo un decennio di assenza.

BARCELLONA – ALCAMO 62 – 82;

13 – 17, 22 – 42 (9 – 25), 46 – 61 (24 – 19), 62 – 82 (16 – 21)

BARCELLONA: Barbagallo, Vanoli 9, De Simone, Brusca 5, Comelli 19, Mustacchio 7, Cortina, Granic 12, Cuius, Duranovic 10. Allenatore: Baldaro.

LIBERTAS ALCAMO: Genovese 3, Ranalli 4, Costadura 10, Bottiglia 5, Andrè 14, Mandrè 20, Provenzano 2, Amato 10, Agrusa, Farina, Ajola 14. Allenatore: Ferrara

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’ASD Alqamah supera il Sambuca
Articolo successivo“Le verità nascoste”