Castellammare capitale del cinema indipendente: al via i casting per la VI edizione del “CICI Film Festival”

11186

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Tutto pronto per la VI  edizione del “CICI Film Festival” che trasformerà per una settimana Castellammare del Golfo nella capitale mondiale del cinema indipendente.

Sono già arrivati in città alcuni dei registi protagonisti del festival che quest’anno ha ricevuto tantissime richieste da parte di registi di tutto il mondo. Vuoi diventare attore? vuoi fare la comparsa in un cortometraggio in gara? I casting saranno inaugurati sabato 23 settembre dalle ore 21.00 in Villa Margherita a Castellammare del Golfo. Sarà un momento di incontro tra i 10 registi italiani e stranieri under 35 selezionati e tutti coloro che desiderano mettersi in gioco come attori, comparse, scenografi, costumisti, musicisti, operatori video, fonici, compagnie teatrali, aiuto regia, direttori della fotografia, location scout, runner, autori, sceneggiatori, scrittori, traduttori. Il casting è aperto a tutti.

“10 giovani registi  – spiegano gli organizzatori – scelti attraverso open call sono, infatti, invitati a produrre un cortometraggio in 1 settimana di tempo su un tema comunicato solo all’arrivo in Sicilia e con l’aiuto di cittadini e turisti. Durante l’inaugurazione, i registi scopriranno quale dovrà essere il soggetto dei loro cortometraggi e potranno entrare in contatto con i futuri protagonisti.
Aspiranti attori, musicisti, tecnici del suono o della fotografia, costumisti e semplici curiosi possono candidarsi sabato 23 settembre 2017 per mettere talento e competenza a disposizione dei registi per un laboratorio creativo diffuso e dai risultati di elevata qualità cinematografica”.

Leggi il programma completo

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAnnullata “Castellammare in…canto”: “Non ci sarà Raf”
Articolo successivoFuoco sulla SS 113 che collega Alcamo a Partinico, traffico rallentato (VIDEO)
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.